I “Piccoli crimini coniugali” di Michele Placido & Anna Bonaiuto

Da non perdere assolutamente l’appuntamento con “Piccoli crimini coniugali” proposto dal teatro Giotto di Borgo san Lorenzo per Mercoledi 27 febbraio in sostituzione dello spettacolo previsto in abbonamento con Laura Morante.
Un sottile, brillante gioco al massacro a due voci inventato dal drammaturgo più amato d’oltralpe e interpretato da due tra i più grandi protagonisti del teatro italiano: Michele Placido e Anna Bonaiuto.
Gilles e Lisa, una coppia come tante. Da ormai quindici anni si trovano a vivere un, apparentemente, tranquillo ménage familiare. Lui, scrittore di gialli, in realtà non è un grande fautore della vita a due, convinto che si tratti di un’associazione a delinquere finalizzata alla distruzione del compagno/a. Lei, moglie fedele, è invece molto innamorata e timorosa di perdere il marito, magari sedotto da una donna più giovane.
Un piccolo incidente domestico, in cui Gilles, pur mantenendo intatte le proprie facoltà intellettuali, perde completamente la memoria, diventa la causa scatenante di un sottile e distruttivo gioco al massacro.
I tentativi di Lisa di aiutare il compagno a riappropriarsi della sua identità e del loro vissuto comune diventano un percorso bizzarro e doloroso verso la scoperta che anche la coppia più affiatata non è che, in fondo, una coppia di estranei.
Sul palco del Giotto la straordinaria Anna Bonaiuto cresciuta con registi come Mario Missiroli, Luca Ronconi, Mario Martone, Carlo Cecchi, Toni Servillo.
Vincitrice del David di Donatello, il Nastro d’argento, il Globo d’oro e la Grolla d’oro come miglior attrice protagonista.per il film “L’amore molesto”
Poi Nanni Moretti la dirige ne “Il caimano” e nel 2007 è nel cast di “Mio fratello è figlio unico” di Daniele Luchetti e “L’uomo di vetro” di Stefano Incerti. Una delle sue performance più celebrate è la parte di Livia Danese, moglie di Giulio Andreotti, nel film “Il divo” di Paolo Sorrentino. Numerosi i riconoscimenti anche dalla critica teatrale tra i quali spicca il Premio Ubu nel 2003 come migliore attrice italiana per l’interpretazione di Donna Rosa Priore in “Sabato, domenica e lunedì” di Eduardo De Filippo con la regia di Toni Servillo.
Michele Placido: Grande ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana e Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana – debuttò diretto da Luca Ronconi, nella trasposizione teatrale dell’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto. Dopo la partecipazione televisiva ne Il Picciotto (1973), nel 1974 entrò nel mondo del cinema, interpretando accanto a Ugo Tognazzi e Ornella Muti “Romanzo popolare” di Monicelli e accanto a Laura Antonelli “Mio Dio, come sono caduta in basso!” di Comencini, cui seguirono “Marcia trionfale” di Bellocchio, “Un uomo in ginocchio” di Damiani e “Tre fratelli” di Rosi.
E’ Famoso in tutto il mondo anche per il ruolo di Corrado Cattani nella miniserie TV La piovra .
Ha interpretato (ne cito solo una minima parte) “Giovanni Falcone” di Ferrara, “Lamerica” di Amelio, “Padre e figlio” di Pozzessere , “La lupa” di Lavia accanto a Monica Guerritore con la quale ha interpretato anche uno dei maggiori successi televisivi degli ultimi anni “Trilussa Storia d’amore e di poesia”, fino al recente “7 Minuti” con Ottavia Piccolo, Ambra e Fiorella Mannoia.
Orso d’argento per il miglior attore per Ernesto, Nastro d’argento Migliore attore protagonista per Marcia trionfale e per Pizza Connection Nastro d’argento speciale al personaggio dell’anno per Arrivederci amore, ciao, La sconosciuta, Il caimano, Le rose del deserto e Commediasexi – Premio speciale per 7 minuti
David di donatello per “Marcia trionfale” “Un eroe borghese” e “Romanzo criminale”
Globo d’oro Miglior attore per Pizza Connection.
Due attori straordinari da non perdere assolutamente mercoledi 27 febbraio Teatro Giotto Borgo san Lorenzo.