Borgo San Lorenzo

Rifondazione Comunista si unisce ai tanti cittadini che si sono schierati contro il Terminal Bus in Viale Pecori Giraldi,  e lo fa chiedendo esplicitamente al Consiglio Comunale di fermare il progetto dell’Amministrazione.

Giusto spostarlo da Piazza Vittorio Veneto, –  scrive il Circolo borghigiano del PRC – ma va trovato un luogo adatto.

La collocazione immaginata per il nuovo capolinea, dietro una curva coperta in accesso al paese, a ridosso di una rotatoria, ma soprattutto di fronte a un nido e a una scuola dell’infanzia, non è affatto adeguata.

L’Amministrazione avrebbe dovuto capirlo, avrebbe dovuto rinunciare a spostarlo da Piazza Vittorio Veneto senza sapere dove metterlo, anche rischiando di compromettere il progetto zoppicante dello spostamento del mercato in Piazza Dante e quello fantomatico della riqualificazione delle piazze. Ancor più dovrebbe capirlo oggi, di fronte alla petizione sottoscritta da molti cittadini per scongiurare questa scelta senza criterio.

Per questo come Partito della Rifondazione Comunista abbiamo presentato un ordine del giorno che impegna il Sindaco a tornare sui suoi passi e cercare un luogo che si adatti maggiormente a far sorgere il nuovo Terminal. Ci aspettiamo però un’evoluzione positiva della vicenda già prima del prossimo Consiglio Comunale in occasione dell’incontro promosso dall’Amministrazione con la cittadinanza e previsto per il 5 marzo.