Nessun aumento delle tasse e ancora investimenti

“Il 19 febbraio, il Consiglio Comunale di Scarperia e San Piero ha approvato il Bilancio di Previsione 2019/2021. Cosa prevede il Comune per l’anno 2019? Complessivamente il Bilancio  ammonta a quasi 23 milioni di euro con entrate per € 22.974.371,67 di euro e altrettante uscite.

Quali sono le scelte dell’Amministrazione collegate a questi  numeri suddetti? Per quanto riguarda la parte entrata è da mettere in evidenza che tutte le imposte e tasse del Comune rimangono invariate rispetto all’anno scorso, lo stesso vale per le tariffe dei servizi di mensa, trasporto scolastico e asilo nido che rimangono uguali e sono calcolate con riferimento all’ISEE del nucleo familiare per avvantaggiare le situazioni che hanno minor reddito e patrimonio. In particolare per gli asili nido le tariffe sono state abbattute per tutte le famiglie lo scorso anno grazie all’assegnazione dei contributi da parte del Ministero per l’Istruzione e per quest’anno vengono mantenute con assunzione del relativo onere a carico del bilancio comunale.

Nessun aumento previsto per il 2019: così ha scelto l’Amministrazione nonostante che l’ultima finanziaria consenta ai Comuni, a differenza degli anni passati, di incrementare le tasse locali. Per l’aumento delle entrate proseguirà, anche per l’anno in corso, l’attività di controllo dei pagamenti dei servizi e il recupero dell’evasione delle tasse comunali con una previsione di entrata di 110.000 euro Sempre in entrata è previsto il trasferimento statale per i Comuni oggetto di fusione pari a 1.465.018,76 euro (stesso importo dello scorso anno).

Nella parte spesa sono previste tutte le risorse necessarie per mantenere e rafforzare il livello e la qualità dei servizi erogati (mensa, trasporto, asilo nido, attività culturali, associazionismo, sport, servizi sociali) Non è stato necessario effettuare alcun taglio. Anzi per il 2019 è stato previsto un fondo iniziale di 10.000 euro per stimolare l’apertura di nuove attività economiche nei centri abitati del Comune, da destinare attraverso apposito regolamento comunale a contributo sulle locazioni.

Una parte molto importante del Bilancio è, anche per quest’anno, quella relativa agli investimenti: E’ di oltre 7.100.000 euro la cifra destinata ad opere pubbliche: palestra di Scarperia, scuola Fedi Stefanacci di San Piero, scuola dell’infanzia di Scarperia, campo sportivo di Scarperia e di San Piero, interventi sulla viabilità con rifacimento dei piani viabili e sistemazione dei marciapiedi, opere al Palazzo dei Vicari per migliorarne la fruibilità, acquisto e successiva destinazione a biblioteca dell’ex Casa del Fascio a Scarperia. Con questi investimenti, che si aggiungono a quelli già realizzati dal 2014, sarà completato l’adeguamento antisismico di tutto il patrimonio immobiliare di proprietà del Comune.

Sempre per quel che riguarda la spesa anche quest’anno verranno adottate misure per ridurre l’indebitamento comunale, estinguendo un’ulteriore parte di mutui, così da proseguire l’attività virtuosa che dal 2014 ad oggi ha portato l’onere per il rimborso dei prestiti a diminuire da 754.802,30 euro del 2014 a 328.837,01 euro del 2019.

Il Bilancio di Previsione 2019 è l’ultimo di questa legislatura che si concluderà con le elezioni amministrative del 26 maggio prossimo. E allora per il Sindaco Federico Ignesti è anche tempo di fare “il bilancio” di fine mandato. Il primo cittadino si dichiara soddisfatto del lavoro fatto e afferma “I conti del Comune sono in ordine. Anche per quest’anno nessun aumento di tasse e molti investimenti. Ritengo che questa sia l’unica formula per garantire lo sviluppo economico, la creazione di posti di lavoro e la crescita del benessere di tutti i cittadini. Nei cinque anni del mandato elettorale, grazie ai vantaggi derivanti dalla fusione dei due ex Comuni, abbiamo realizzato oltre 20 milioni di investimenti, rimodulato tutte le tasse, tariffe e imposte senza alcun aumento nel corso degli anni e azzerato la TASI (imposta sugli immobili) fin dal 2014. Il Comune è forte e vitale e può ancora fare molto per lo sviluppo del territorio”.