Un evento ormai a carattere extra regionale quello che ha abbracciato l’intero centro di Borgo e che anche quest’anno risulta ben riuscito, nonostante il freddo e la pioggia

Solo il meteo (il freddo per tre giorni e la pioggia di domenica) ha limitato una manifestazione comunque ben riuscita ed apprezzata da visitatori e espositori. Quella che si è chiusa ieri è stata un’edizione di conferma, nella quale si è consolidata la qualità vivaistica offerta in fiera, con un evento che si è ormai ritagliato un posto importante nel quadro non solo regionale degli eventi di settore. Sabato, a dispetto del freddo, Borgo San Lorenzo è stata invasa in occasione di “Fiorinfiera” da appassionati del settore e non solo. Poi, con l’arrivo nel centro storico dei prodotti delle aziende agricole, andati letteralmente ruba, si è avuto un crescendo di proposte e di visitatori. Tanti coloro che sono tornati a casa con fiori, piante e tanti prodotti legati alla vita all’aria aperta tra l’ampia varietà di scelta proposta dagli espositori, che hanno riempito ogni aiuola del giardino sabaudo di Piazza Dante (sono stati oltre 120). Il successo dell’iniziativa nasce anche dalla stretta collaborazione tra le varie componenti della manifestazione, ossia: Periscopio Comunicazione, Amministrazione Comunale, Pro Loco, Centro Commerciale Naturale (particolarmente apprezzato il suggestivo allestimento realizzato dai commercianti di Via Mazzini), Confesercenti (che hanno fatto si che ogni angolo durante l’evento fosse vivo per l’intera giornata).  È stato un successo anche per tutti gli eventi collaterali. Tra questi, la presenza dei responsabili dell’Orto Botanico e del Museo di Storia naturale di Firenze, a disposizione dei visitatori per consigliarli sul modo di curare le piante appena acquistate; e ancora lo spazio Pro Loco e la visita guidata di “Borgo da Scoprire” del sabato. Insomma un bilancio positivo, per un appuntamento che è riuscito a dare un’immagine bellissima dei giardini di Piazza Dante e del centro storico. L’appuntamento è dunque rinnovato per aprile 2020 con la settima edizione.