Due settimane fa cinque studenti del Liceo Linguistico di Le Havre sono stati ospiti, con i loro professori, dei ragazzi del Liceo “Giotto Ulivi”. L’incontro è avvenuto nell’ambito di un progetto triennale che prevede scambi culturali tra gli studenti di tutta Europa per familiarizzarli con le lingue straniere. Questa volta però i ragazzi si sono scambiati le loro esperienze nell’apprendimento della filosofia. Hanno discusso dei metodi di insegnamento e hanno dibattuto con entusiasmo su argomenti filosofici, usando la lingua italiana. I loro professori italiani e francesi l’hanno definita una bellissima esperienza. Ovviamente, i ragazzi non sono stati solo a scuola; ospiti nelle famiglie degli studenti italiani, hanno girato il Mugello, visitato Firenze e Bologna e hanno condiviso momenti di relax e divertimento (eccoli nella foto all’Osteria del Galletto a mangiare la pizza, che ha accomunato tutti)! 

La settimana scorsa è stato invece il turno di Barberino, che presso l’Istituto scolastico Lorenzo De’ Medici ha ospitato un’importante iniziativa culturale, in virtù del gemellaggio che il Comune ha siglato nel 2004 con la cittadina francese di Betton. La scuola, dopo diversi anni di silenzio, ha partecipato attivamente al progetto promosso dal Comune. L’incontro tra i 15 ragazzi provenienti dalla cittadina bretone e i nostri studenti  è stato un momento di alta formazione, proficuo e stimolante. La Prof.ssa  Serena Cinque, docente di lingua francese, insieme al dipartimento di lingue e alla collaborazione di alcuni colleghi, ha organizzato la giornata di accoglienza, proponendo diverse attività, volte alla valorizzazione e alla promozione di entrambe le culture, ossia: “A la découverte de Barberino di Mugello”: proiezione del video di presentazione della città realizzato dalla classe 3°; “Briser la glace”: giochi di conoscenza organizzati da alcuni studenti della 3A e della 3B; “Laboratoire de Musique”: condotto dal Prof. Toccafondi con la collaborazione dei ragazzi della 3C; “Laboratoire des Arts”: gestito dalla Prof.ssa Dreoni e dalla Prof.ssa Del Panta, insieme agli studenti della 3E; “Chasse au trésor et activités sportives”: coordinate dal Prof. Salvatore Febbraio e dalla Prof.ssa Claudia Megli; “Buffet”: preparato dalle Prof.sse Bartolucci e Pazzagli e offerto dagli insegnanti e dalla scuola. “L’iniziativa è stata accolta dai miei studenti con grande entusiasmo – afferma la Prof.ssa Cinque – Hanno dimostrato una grande creatività e capacità organizzativa. Credo che il gemellaggio rappresenti un’importante opportunità di crescita interculturale e interpersonale per i nostri ragazzi. Lo scambio mira a favorire il senso di cittadinanza europea, di cooperazione e di solidarietà. Ritengo che l’obiettivo della scuola sia quello di coltivare al suo interno una pedagogia del dialogo al fine di abbattere qualsiasi forma di barriera.” Conclude ringraziando l’amministrazione comunale, il corpo docente e i suoi ragazzi, i veri e indiscussi protagonisti del progetto.