“Leggo su Il Galletto del 20 aprile scorso, in una intervista rilasciata dal sindaco Omoboni,  ben due errori, o meglio due falsità, che mi riguardano. Terrei a correggerle per amor di verità.
La prima: ‘ Nencini si è sempre candidato nelle liste del Pd’. Falso. Ho fatto una decina di campagne elettorali sempre col simbolo socialista o, nel 2005, sotto il simbolo l’Unione (alleanza Ds, PSI e Margherita). L’unico accordo elettorale siglato col Pd risale al 2013, frutto dell’alleanza Italia Bene Comune. Lo scorso anno sono stato eletto al Senato con la lista Insieme (simbolo socialista e altri) in coalizione col centrosinistra.
La seconda: ‘il nuovo segretario ha fatto accordi col Pd per presentarvi esponenti socialisti’. Falso. Alle Europee i socialisti si presenteranno con Più Europa, alle comunali a Firenze con nostra lista.
Che dire? O è disinformazione voluta, in pieno stile grillino, o è disinformazione e basta quando il sindaco, proprio in virtù del suo recente passato politico, dovrebbe conoscere. Ci sarebbe da pretendere almeno la coerenza della memoria.
Lo confesso. Male in entrambi i casi”

Riccardo Nencini

Nota della redazione

Per chiarezza di chi legge riportiamo il brano dell’intervista fatta da Massimo Rossi per conto de Il Galletto al Sindaco uscente Paolo Omoboni

…”Dopo il voto contrario al bilancio in Consiglio comunale di due consiglieri comunali del PSI su tre, quali sono i rapporti con questo partito? Il PSI è con te?

Una buona parte dei socialisti si riconosce ancora nel progetto del centrosinistra. Alcuni consiglieri uscenti stanno facendo scelte diverse, più personali che politiche a mio avviso. Come è naturale che sia. L’ex segretario Nencini si è sempre candidato nelle liste del PD. Nencini andava bene e io no? Il nuovo segretario del PSI ha fatto accordi con il PD per presentare esponenti socialisti nelle liste del PD”…