Claudio Piccirillo è candidato a Scarperia e San Piero nella lista che appoggia il Sindaco uscente Federico Ignesti del PD.

Per l’esattezza la lista si chiama “Centro sinistra per Ignesti Sindaco”. E, ci tengo a dirlo, con la sanpierina Isabella Tiengo siamo la spalla socialista che sostiene Ignesti. Ma siamo e restiamo socialisti- afferma con orgoglio Piccirillo – In un comune a turno unico come Scarperia e San Piero una lista autonoma non avrebbe senso. Del resto la coalizione PD e PSI ha portato alla fusione tra i due Comuni e ha saputo gestirla con gli ottimi risultati che tutti ci riconoscono.

Piccirillo ha una grande conoscenza della macchina comunale. E’ stato eletto 4 volte in consiglio e ne  è attualmente il presidente. Ha fatto parte dell’assemblea dell’Unione dei comuni del Mugello.

 Se Ignesti farà di nuovo il Sindaco come metterai a frutto questa tua lunga esperienza amministrativa?

Innanzitutto non ho dubbi che torneremo ad amministrare il Comune. Oltre alla nostra ci sono solo altre due liste; la sinistra con Rifondazione e i 5Stelle. Non si è presentata alcuna lista di centro destra. Anzi approfitto per invitare gli elettori moderati a valutare con attenzione i risultati che abbiamo raggiunto in questi anni. Noi Socialisti siamo pragmatici e sappiamo comprendere le esigenze dei cittadini. Perciò pensiamo che per un elettore sia sempre meglio votare per qualcosa piuttosto che contro qualcuno. In questi anni abbiamo contribuito a gestire le notevoli risorse che ci sono arrivate con la fusione. Continueremo a farlo. Nel 2019 abbiamo 7 milioni di euro da investire  e quasi altrettanti per ciascuno dei prossimi anni. Ed è pronto un fitto programma di opere da realizzare. Non solo, l’Amministrazione ha ridotto il debito da oltre quattro milioni a poco più di uno. Quando tra 5 anni avremo esaurito i benefici della fusione avremo azzerato i debiti e disporremo di risorse nostre da investire. Se continueremo a governare saremo in grado di gestire al meglio gli investimenti programmati perché in questi anni intorno a Ignesti si formato un gruppo di cittadini politicamente affiatato e uno staff  tecnico di tutto rispetto amalgamando  il meglio dei due vecchi comuni di Scarperia e San Piero.

E quale sarà il tuo ruolo?

Grazie all’esperienza acquisita ed al successo della fusione e ai risultati raggiunti siamo con la candidata Tiengo nella posizione giusta per rilanciare il progetto del Comune unico del Mugello. Ci vorrà tempo e impegno. Occorrerà rafforzare l’Unione  Montana Comuni Mugello, ma sapremo aspettare e costruirlo senza fretta.  Seppur over sessanta desidero continuare a lavorare per  Scarperia e San Piero e per unire il Mugello.

(a cura di P. Mercatali)