Il grido dei DIMENTICATI

“Non siamo i soli ad aver esaurito la pazienza davanti ai tradimenti delle  promesse fatti dal PD Regionale sull’ Ospedale del Mugello. Anche coloro che nell’ Ospedale ci devono lavorare (in condizioni difficilissime ) sembrano essersi stancati delle prese in giro che la Regione, imperterrita, continua a fare alla popolazione Mugellana.
È quanto abbiamo potuto leggere su La Nazione in un’intervista rilasciata da Andrea Ferrini e Andrea Guidi della Cisl-Sanitá .
Un duro atto d’accusa sulla situazione della TAC dell’Ospedale del Mugello, sul tradimento della promessa di avvio della sua sostituzione entro maggio e sulla pessima collocazione scelta per la nuova strumentazione.
Le stesse denunce che facciamo da tempo noi di Forza Italia Borgo San Lorenzo.
La beffarda apparizione dell’Assessore Regionale Stefania Saccardi all’inaugurazione della nuova TAC della Misericordia (ammirevole sforzo fatto coi fondi della Confraternita) è stata quindi come il sale sulle ferite dei Borghigiani e dei Mugellani.
Venire a fare passerelle, quasi a mettere il cappello sul lavoro fatto dalla benemerita Confraternita (perfetta applicazione del principio di sussidiarietà e esempio di settore privato che sopperisce alle carenze di quello pubblico) e, a maggior beffa, a ripetere false promesse sull’Ospedale GIÀ SMENTITE dai fatti (dallo stesso cronoprogramma fornito dal suo Direttore Generale), non è stata una buona idea.
È stata l’ennesima presa in giro, fatta con l’arroganza di chi, per troppo tempo, ha visto Borgo e il Mugello come un sicuro bacino elettorale per il PD.
Una presa in giro (e questo è INTOLLERABILE) fatta con la complicità del PD Borghigiano e, soprattutto, del  candidato Sindaco (e Presidente uscente dell’Unione Comuni) Paolo Omoboni.
Sarebbe stato meglio che l’Assessore avesse seguito l’esempio del suo Presidente della Regione Enrico Rossi, il quale è apparso fugacemente a Vicchio a sostenere un candidato locale, guardandosi bene dal venire a Borgo San Lorenzo a rendere conto del lungo elenco di PRESE IN GIRO di cui è il primo responsabile.
A  partire da quella di un Ospedale nuovo di zecca che ci fece nel lontano 2015, fattaci quando gli premeva essere rieletto e che ha poi immediatamente dimenticato una volta rimessosi a sedere sulla comoda poltrona di governatore.
La smetta di prestarsi a questi disdicevoli teatrini, candidato Omoboni!
Si rifiuti di partecipare alla commedia dell’inaugurazione del cantiere di una CALDAIA all’Ospedale, sfrontatamente messa in agenda dalla Saccardi e spacciata per l’inizio di quella ristrutturazione della quale nessuno (NEANCHE I SUOI STESSI CANDIDATI, OMOBONI!) riesce a trovare traccia nei documenti regionali.
Dica alla Saccardi di starsene a casa sua e di ripresentarsi, insieme al suo Presidente, quando potrà celebrare la FINE DEI LAVORI di ristrutturazione e la CONSEGNA ai Mugellani di un Ospedale ristrutturato, sicuro, attrezzato e dotato di tutto il personale necessario, oggi mancante.
Almeno sull’ Ospedale, candidato Sindaco, faccia gli interessi dei cittadini che amministrerà fino al 26 Maggio e non quelli della sua parte politica.
I cittadini di Borgo San Lorenzo e di tutto il Mugello non hanno più tempo da perdere.
Abbiamo  definitivamente esaurito  la pazienza”.

Forza Italia BSL