Mostre, convegni e prodotti di filiera per un evento ancor più grande, attento al locale ed alla qualità

Una manifestazione storica ma che ogni anno riesce a rinnovarsi. Innovazione e tradizione si mescoleranno anche quest’anno nella trentanovesima edizione della Fiera Agricola Mugellana che si terrà a Borgo dal 6 al 9 giugno. L’evento, voluto dall’Amministrazione Comunale ed organizzato dal GAL Start con la collaborazione di Associazioni del settore agricolo e dell’allevamento, propone ancora una volta tante novità, scelte con un’attenzione particolare soprattutto nei confronti dei prodotti del territorio. Sarà un’edizione basata sulla qualità e sulla promozione della filiera corta e della diffusione delle buone pratiche, con attenzione in tal senso riservata anche all’interno del ristorante della Fiera. Cuore della manifestazione sarà come sempre il Foro Boario, dove gli espositori presenti proporranno le ultime novità per il mondo dell’agricoltura, del giardinaggio e dell’allevamento e dove come sempre sarà possibile trovare la mostra di animali da allevamento e da cortile.

L’edizione 2019 della FAM ospiterà la Mostra Interregionale della Razza Limousine, una mostra di razze minori (oggi oggetto di recupero e di valorizzazione), un convegno tecnico di apertura dedicato all’a formazione, in particolare con un occhio a quello che è il Polo Tecnico Professionale Agribusiness Mugello, al quale parteciperanno, tra gli altri, l’assessore regionale Marco Remaschi, la consigliera Fiammetta Capirossi, oltre a tecnici ed addetti del settore. Novità per il programma del sabato che vedrà nel pomeriggio l’“Asta delle Manze” divise per sezioni di appartenenza ed alle 21 con il concorso “Miglior bistecca del Mugello”, con la Cooperativa Agricola di Firenzuola che metterà a disposizione tre diverse costate da cui lo chef Cristian Borchi, trarrà le bistecche giudicate da una giuria composta tra gli altri da Luisanna Messeri e Leonardo Romanelli, e quella vincente vedrà la costata messa all’asta, il cui ricavato sarà destinato al reparto di pediatria dell’Ospedale del Mugello. 

La Fiera Agricola Mugellana, dunque, si conferma una delle più longeve manifestazioni del settore della Toscana, e sarà inaugurata giovedì pomeriggio, alla presenza di autorità e dei rappresentanti delle varie componenti che contribuiscono alla continua crescita della manifestazione. Manifestazione di cui va fiero il sindaco di Borgo e presidente dell’Unione dei Comuni del Mugello, che sottolinea la vocazione zootecnica dell’evento così come quella del territorio, l’importanza di continuare a far crescere il settore biologico e quanto tale evento sia ottima vetrina per il progetto del distretto rurale mugellano al quale gli enti stanno lavorando in prospettiva, come occasione di crescita del territorio, di miglioramento della qualità della vita e la possibilità di creazione di nuovi posti di lavoro.

Tutti gli aggiornamenti ed il programma, nonché le foto delle precedenti edizioni li trovi su www.fieragricolamugellana.it