Più volte il Sindaco di Firenze e presidente della Città Metropolitana Dario Nardella si è espresso per il potenziamento della Faentina. Nardella ha anche detto che la Faentina deve diventare una specie di metropolitana di superficie che collega Firenze al Mugello, deve essere una continuazione della tramvia fiorentina appena inaugurata e che il Sindaco Nardella ha fortemente voluto. Il suo appoggio alla Faentina lo ha dichiarato anche la settimana scorsa quando è venuto a Borgo a visitare la Fiera Agricola e a sostenere Omoboni impegnato nel ballottaggio. Per l’appunto tre giorni dopo la sua visita e le sue parole, abbiamo saputo che per i prossimi mesi la biglietteria della stazione di Borgo, l’unica lungo tutta la Faentina, sarà chiusa. Un nuovo e pesante disagio per pendolari e turisti che va verso il depotenziamento e non il potenziamento della linea.

Non credo che Nardella porti iella; secondo me la coincidenza tra la sua visita a Borgo, il suo appoggio alla Faentina e la chiusura della biglietteria è, appunto, solo una coincidenza. Anzi credo che il sostegno e le proposte del Sindaco di Firenze diano la direzione giusta al ruolo della Faentina nell’area metropolitana. Una Faentina con tante corse, anche di notte e nei festivi con tempi di percorrenza Borgo-Firenze intorno alla mezz’ora, non è solo un vantaggio per turisti e pendolari del Mugello, ma decongestiona anche il traffico di Firenze, riduce l’inquinamento, apre le porte ai fiorentini del polmone verde del Mugello e non solo per il tempo libero, ma anche per nuovi e avanzati insediamenti produttivi. Dunque: “Meno male che Nardella c’è”. Speriamo.

Pietro Mercatali