“Attenzione. La fase emergenziale non si è esaurita”

“Il terremoto che ha colpito il Mugello – dichiara il consigliere metropolitano Enrico Carpini (capogruppo di Territori beni comuni) – ha messo a dura prova la popolazione e la macchina amministrativa a livello metropolitano e dei Comuni, in particolare quelli di Barberino e Scarperia e San Piero”. Un ringraziamento a tutti coloro “che si sono adoperati nelle fasi dell’emergenza: la Protezione Civile, i volontari e le Istituzioni che hanno dato prova di prontezza non comuni”. La cittadinanza stessa ha reagito “in modo composto e ha dato sfoggio di quella solidarietà che fa di semplici concittadini una comunità”. A valle della fase emergenziale, che l’affievolirsi delle scosse “non deve far considerare esaurita, essendoci ancora oltre 200 abitanti costretti fuori dalle proprie abitazioni, ci sarà da fare un bilancio dei danni al patrimonio pubblico e privato, per sanare i quali ci aspettiamo il dovuto sostegno da parte degli enti sovra ordinati”.