Giovanni Sorrenti, Presidente della Fiorentina Handball di Borgo San Lorenzo da ormai 22 anni, ma genovese DOC, è stato premiato lo scorso 3 dicembre con la “Stella di Bronzo Dirigenti al Merito Sportivo”: un bellissimo riconoscimento per un pezzetto del nostro territorio.

Sorrenti lavora da anni nel sociale essendo un educatore professionale. Oltre 20 anni fa è venuto per la prima volta in Mugello per lavoro e non se ne è più andato. Ha iniziato dapprima come presidente della squadra borghigiana (1997), poi da lì si è in qualche modo guadagnato la fiducia del nostro paese e poi dell’intera comunità della pallamano italiana, diventando nel 2017 Delegato Regionale per la Liguria, Rappresentante della Conferenza delle Regioni e Consigliere Nazionale per la Federazione Italiana Gioco Handball. Possiamo quindi dire che questo premio arriva a coronare una carriera fatta di successi e giusti riconoscimenti. “Dedico questo premio in primis alla Società Fiorentina Handball, di cui mi onoro di essere presidente da oltre 22 anni”, afferma Sorrenti, “a tutti gli allenatori e atleti della pallamano borghigiana, ma soprattutto a tutti i dirigenti della Fiorentina Handball, che in questi anni mi hanno affiancato, spesso rimanendo nell’ombra, dedicando parte della loro vita e delle loro energie allo sviluppo e alla crescita di questo sport e dei molti ragazzi che in questi anni hanno calcato il pvc del Palazzetto”. E, a proposito dei suoi collaboratori, aggiunge: “ho avuto la fortuna di incontrare spesso dirigenti generosi, poco inclini all’apparenza, ma molto pratici, che hanno saputo accogliere gli atleti come loro figli, che spesso hanno lasciato da parte i loro personalismi, interessi o problemi, per dare spazio agli interessi e alle esigenze della società e dei suoi ragazzi, spesso dimostrando una particolare sensibilità verso molte situazioni che potremmo definire difficili”. Niente da aggiungere a queste parole, ma certo possiamo congratularci, con la speranza che la Fiorentina Handball continui ad essere una bella realtà del nostro territorio.