Dopo Pontassieve, dove una donna, dipendente del Comune, ha aggredito Salvini strappandogli la camicia, anche a Borgo si preparavano a rovinargli un’altra camicia con il lancio di uova e pomodori. L’attenzione e la prontezza di polizia e carabinieri ha evitato il secondo incidente nel tour elettorale di ieri tra Mugello e Val di Sieve del leader della Lega e della candidata a Governatore Susanna Ceccardi. Un poliziotto in borghese ha notato, accanto al palco di Salvini, una ragazza con un casco da motociclista pieno di uova probabilmente pronte per il lancio contro i politici della Lega. Un altro agente si è fatto consegnare un sacchetto di uova e pomodori da un uomo vicino alla ragazza. I due sono stati invitati a lasciare la piazza e a spostarsi presso una camionetta dei carabinieri dove sono stati identificati. Tutto si è risolto senza incidenti grazie al controllo svolto con discrezione dalle forze dell’ordine. (P. Mercatali)