Il collega Claudio Gherardini ci invia qualche foto dalla sua finestra con un breve commento.

Polcanto – Siberia

Quando dissi a una amica che andavo a stare a Polcanto mi disse: “Ah! Polcanto! Il posto più freddo del mondo!”

Io mi misi a ridere pensando che era esagerata e andai a stare in via Tassaia.

Pensavo di essere in un posto sperduto e invece tanti ai quali nominavo via Tassaia dicevano che la conoscevano. Alcuni per le castagne, altri per i funghi e altri ancora per i rally automobilistici che vi si correvano tanti anni fa. In effetti via Tassaia ha un aspetto da strada per i rally, magari con una Lancia HF come quella di Munari Mannucci che ricordano solo i vecchi assai.

Più che il Rally di Montecarlo direi che via Tassaia ricorda il Il Rally Neste di Finlandia che è un evento del campionato del mondo rally che si corre nella zona di Jyväskylä in Finlandia appunto.

Il clima sopra Polcanto è un clima continentale – balcanico, sempre sotto di diversi gradi da Borgo e da Firenze.

Dalle foto si evince come stamani e nel primo pomeriggio sia nevicato come mai in questo inverno tiepido. Panorama siberiano senza dubbio. Poi dalle 16.30 è cessato ma si dice che riprenderà in nottata.

Ora aspettiamo che riscaldi come dovrebbe avvenire in primavera ma ricordate che quando avrete caldo davvero e questo incubo del virus sarà finito, se volete respirare il fresco, dovrete venire sopra Polcanto dove sembra di essere in Lapponia.

Claudio Gherardini