Anche nei giorni scorsi sono arrivate al Comune di Scarperia e San Piero altre mascherine chirurgiche. Sono state portate al Sindaco Federico Ignesti in più donazioni per un totale di 500 mascherine offerte dai cittadini Sigg. Elia Bargiotti e Medea Bartolini (n.50), dall’azienda  CFH con sede a Miami che dall’estero ha inviato un proprio sostegno per l’emergenza sanitaria (n. 350) e dal Commissario di Forza Italia del Comune di Scarperia e San Piero  Katia Battistini che con la donazione di n. 100 mascherine ha voluto esprimere la propria vicinanza alla comunità e alla memoria del dottore Giandomenico Iannucci. Alle suddette donazioni si aggiunge quella delle Sorelle Latini che più volte hanno consegnato mascherine da dare in dotazione al personale del Comune.

Ormai sono state molte le donazioni ricevute dal Comune e giustamente il Sindaco Federico Ignesti  ha dichiarato “di essere molto soddisfatto della risposta di solidarietà da parte delle varie realtà del territorio e più in generale dell’impegno di tutta la collettività che in questi giorni difficili sta facendo di tutto per contribuire al superamento dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo.”

Con l’occasione si ricorda che le mascherine, messe gratuitamente a disposizione dalla Regione Toscana per ogni cittadino, possono essere ritirate presso le farmacie del territorio comunale (S. Agata, Scarperia e San Piero a Sieve), cercando di evitare assembramenti e mantenendo sempre le necessarie misure di distanziamento sociale.  Le persone invalide e quelle non autosufficienti o comunque tutte le persone che per ragioni di salute non possono recarsi presso le farmacie per ritirare le mascherine possono richiedere la consegna del materiale a domicilio telefonando all’Ufficio Relazioni con il pubblico del Comune ai nn. 0558431609 – 0558487548 oppure inviando una mail al seguente indirizzo: urp@comune.scarperiaesanpiero.fi.it

Infine si ricorda che è obbligatorio indossare la mascherina negli spazi chiusi, pubblici e privati aperti al pubblico, in presenza di più persone, oltre che nei mezzi di trasporto pubblico locale, nei servizi non di linea taxi e noleggio con conducente; tale obbligo non si applica ai bambini di età inferiore ai sei anni e alle persone che non tollerano l’utilizzo delle mascherine a causa di particolari condizioni psicofisiche attestate da certificazione medica. Negli spazi aperti, in presenza di più persone, è consigliato l’utilizzo della mascherina e il mantenimento della distanza interpersonale di almeno 1,80 metri.