“Caldo , tantissimo caldo , trenta gradi già di primo mattino ! Entusiasmo tanto, tantissimo!”. Luca Margheri , responsabile del Progetto sanitario Ippocrate  di Assomis, rientrato in Italia dopo aver trascorso una settimana in Costa d’Avorio, si ritiene soddisfatto del reportage.

“Il sopralluogo – racconta Margheri – nella Missione di Bonoua da Don Pasquale Poggiali è più che positivo: il Progetto per la costruzione di un asilo sta andando avanti bene, nonostante i tempi non fiorenti che stiamo vivendo. L’ edificio, una volta terminato andrà ad aggiungersi al complesso parrocchiale dove c’è la grande Chiesa Maria Madre della Divina Provvidenza, la casa di accoglienza, una sala polivalente, un pozzo molto profondo che dona acqua alla popolazione limitrofa e lontana.

“Tantissimi – continua Margheri – sono i bambini e ragazzi che affluiscono  e usufruiscono di questi spazi per attività scolastiche, ricreative e per un sostegno alimentare. Don Poggiali con i suoi 81 anni continua ad avere (fortunatamente!) una  grande passione, è sempre impegnato a fare, pensare, progettare, sognare… Del resto i sogni non hanno un costo ed è bellissimo così!!”.

Il viaggio di Luca Margheri  è stato impegnativo, moltissimi i chilometri percorsi; diversi i villaggi raggiunti, proprio là  dove sono situati i dispensari (ambulatori) che ospitano le persone malate e/o infortunate per un’ assistenza medica. Poi Katiolà, nel lontano nord della Costa d’Avorio, dalle Suore: “Un saluto, un sopralluogo al nuovo pozzo, la gioia di vedere scorrere la preziosa acqua e poi via ancora tanta strada da fare, tanta polvere , tante buche , ma il caldo torrido  non  frena la grande soddisfazione di aver fatto qualcosa per aiutare queste sorprendenti persone che  nonostante tutto sorridono sempre…”.

Se questi progetti esistono è grazie ai tanti benefattori che da anni , quasi 40 sostengono la Missione di Don Poggiali attraverso l’Associazione Solidarietà Missionaria onlus che esprime la gratitudine a tutti.