In relazione al comunicato della Lega, apparso sulla stampa il 20 febbraio, dal titolo:”Eolico, la Lega attacca: Il nostro territorio non è rinnovabile – i sindaci dei comuni coinvolti si sottraggono al confronto” Alleanza per Vicchio, per bocca della Consigliera Capogruppo Samantha Latona, dichiara quanto segue:

“La presa di posizione della Lega sull’eolico, non concordata preventivamente né con Fratelli d’Italia, forza politica fondante insieme alla Lega della lista Alleanza per Vicchio, né con il Consigliere Capogruppo rappresentante quella lista sul territorio di Vicchio, mi obbliga a chiarire la posizione del nostro Gruppo in relazione al progetto del parco eolico. Alleanza per Vicchio ribadisce di non essere ancora né favorevole né contraria (come invece sembra sia la Lega), all’eolico.

Per responsabilità nei confronti degli elettori, una decisione informata potrà infatti essere formulata solo dopo aver valutato anche il parere dei tecnici ambientalisti della Regione, le conclusioni della Conferenza dei Servizi, ancora non convocata, e l’opinione informata dei cittadini che questa lista rappresenta. E’ proprio per favorire il diffondersi della corretta informazione sull’eolico che Alleanza per Vicchio organizzerà, a breve, un incontro informativo con tecnici specializzati nei vari settori coinvolti.

Ci dissociamo, per obiettività ed onestà intellettuale, dall’affermazione contenuta nel suddetto articolo:”I sindaci si sottraggono al confronto”, avendo invece le amministrazioni locali, adottato un approccio il più partecipato possibile, con una serie di incontri già avvenuti ed altri in programmazione.

L’affermazione della Lega sul parco eolico, secondo la quale”stando ai fatti e dati, avrebbe un notevole impatto sotto il punto di vista ambientale, paesaggistico, economico e pure in termini di salute di tutti i cittadini mugellani” non ci trova inoltre d’accordo: che l’impatto ambientale ci sia, infatti è di tutta evidenza, ma che esso sia “notevole” e da considerarsi negativo nell’ambito economico. Ci si domanda se sia dannoso in termini di salute.  A nostro avviso, rimane, tutto da dimostrare, e riteniamo giusto che siano le autorità per prime a doversi esprimere.

Ci fanno riflettere questa, ed altre recenti prese di posizione del nostro partito, su argomenti che riguardano il nostro comune espresse, ora come in passato, senza tener nella maggior considerazione le dichiarazioni di Alleanza per Vicchio né quelle di Fratelli d’Italia, componente fondamentale insieme alla Lega del nostro schieramento.

Tra tutte, vogliamo evidenziare la mancanza di riguardo dimostrata nei confronti del sentimento popolare – quando invece leggo affermazioni che vogliono esaltare l’ascolto diffuso e la democrazia- , nel sostenere il parallelismo tra Don Milani e Bibbiano, con spregio per la figura di quel sacerdote molto amato dai cittadini, ha finito per oscurare e sminuire l’evento relativo all’arresto del Fiesoli e della Tardani anche a scapito del giusto sostegno da garantirsi alle vittime del sistema Forteto, atteggiamento che mi trova in completo disaccordo.

Per quanto sopra, alfine di garantire eguale dignità e pariteticità alle due forze politiche che mi hanno eletto, ho ritenuto opportuno presentare le mie dimissioni dalla Lega già agli inizi di febbraio 2020. Continuerà comunque il nostro impegno in Consiglio Comunale come Alleanza per Vicchio, in rappresentanza di coloro che mi hanno votato.