Si è svolta ieri mattina al Coc di Barberino una riunione per fare il punto sull’emergenza sisma in Mugello.
Presenti, insieme all’assessore all’ambiente e difesa del suolo Federica Fratoni, i Sindaci dei Comuni di Barberino di Mugello e Scarperia e San Piero, la Città Metropolitana di Firenze con il delegato alla Protezione civile Massimo Fratini, la Protezione civile, i tecnici regionali, i vigili del fuoco e le forze dell’ordine.
Su tutto il territorio procedono le verifiche da parte dei vigili del fuoco e delle squadre dei tecnici regionali del settore sismica. Dai controlli effettuati su abitazioni, edifici pubblici e strade risulta una situazione complessiva sotto controllo. Termineranno nel fine settimana le operazioni di verifica delle abitazioni da parte dei Vigili del Fuoco nella zona rossa, che è stata ulteriormente ridotta. Al di fuori della zona rossa, come negli altri comuni interessati, proseguono le verifiche in base alle segnalazioni dei privati. Ad oggi risultano 120 in totale sul territorio interessato dal sisma (il numero è in progressiva diminuzione rispetto ai giorni scorsi) le persone dislocate presso le strutture di accoglienza individuate dai vari Comuni. Sia la palestra di Barberino che l’Autodromo del Mugello, pertanto, continueranno ad essere allestiti come punti di ricovero.
Ai nuclei familiari oggetto di ordinanza di inagibilità sarà messo a disposizione già a partire dai prossimi giorni un servizio di accoglienza presso le strutture alberghiere individuate dalla Città Metropolitana, in base allo schema di convenzione predisposto dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile.
L’assessore regionale Fratoni e i sindaci di Barberino e Scarperia insieme alla Città Metropolitana ringraziano tutti gli operatori e i volontari che in questo momento sono al lavoro per ripristinare una situazione di normalità. Lunedì 16 dicembre tutte le scuole di ogni ordine e grado di Barberino, sia pubbliche che private, compresi gli asili nido, riprenderanno la normale attività.
Confermati i servizi di mensa e trasporto. Per quest’ultimo saranno necessarie delle modifiche relative alle fermate che verranno comunicate nella giornata di domani.