È stata chiusa la biglietteria della stazione di Borgo, come si evince da un messaggio affisso nel luogo e, da quanto c’è scritto, non si sa quando riaprirà.

Il Comitato Pendolari del Mugello protesta: “Da un cartello affisso in stazione abbiamo appreso che la biglietteria rimarrà chiusa ‘fino a nuovo avviso’. Sarebbe importante essere più chiari. Perché? È una chiusura temporanea? Si tratta dell’ennesimo tentativo di Trenitalia di sopprimere la stazione?”. E ancora: “La biglietteria di Borgo San Lorenzo è l’unica aperta della linea interregionale faentina e punto di arrivo della linea Firenze-Borgo via Pontassieve”.

Poi i pendolari chiamano in causa Trenitalia: “Ci diranno che ci sono le app e i siti ma francamente da un’azienda che ancora non è capace di dare informazioni in tempo reale sui treni in transito, che ancora fa partire treni straordinari senza avviso, che impiega settimane per aggiornare gli orari, non accettiamo lezioni di modernità. Riaprano al più presto la stazione e le istituzioni si facciano sentire se hanno a cuore questa linea”. E difatti il Sindaco Omoboni ha subito interpellato Trenitalia e la Regione, facendo presente la situazione e chiedendo informazioni più precise circa le cause e le tempistiche.

Arriva la risposta di Trenitalia, la quale motiva la decisione con la riduzione del flusso dei viaggiatori in estate e, come previsto dal Comitato dei pendolari, afferma che in stazione sono comunque presenti due macchinette self-service e che in paese ci sono altri punti vendita in cui acquistare i biglietti.