I consiglieri Atria, Ticci, Giovannini e Margheri, nel tentativo di scongiurare l’ennesima interruzione scolastica dopo pochi giorni dal suo inizio, a causa delle elezioni regionali, hanno presentato una Mozione per ricercare spazi alternativi.

“La riapertura della scuole è prevista per il 14 settembre mentre pochi giorni dopo, il 20 e 21 settembre i cittadini sono chiamati a votare per il referendum costituzionale e per le elezioni regionali.- srivono i consiglieri borghigiani d’opposizione – Per perseguire l’obiettivo di far iniziare la scuola . “IN PRESENZA” per tutti gli studenti , obiettivo che ci siamo dati all’unanimità in Consiglio comunale a fine Maggio, diventa doveroso compiere ogni sforzo possibile per tentare di individuare, all’interno del nostro territorio comunale, luoghi e spazi pubblici idonei ad eventualmente ospitare i seggi elettorali che tradizionalmente vengono allestiti nei locali delle scuole. Questo al fine di scongiurare una “falsa partenza” dell’attività didattica dopo una sola settimana.

Inoltre parliamo di locali che per effetto delle disposizioni anticovid dovranno necessariamente essere ri-sanificati e riarredati vista la promiscuità diffusa negli appuntamenti elettorali.

Chiediamo pertanto all’amministrazione:

–  di farsi tramite presso le istituzioni nazionali e regionali, per ricevere nuove informazioni in merito alla possibilità di svolgimento delle consultazioni al di fuori delle scuole;

– di ricercare e individuare spazi idonei alternativi per ospitare i numerosi seggi e per attuare una eventuale disponibilità della legge a tenere le elezioni in tali locali;

–  qualora non fosse possibile trovare locali o spostare i seggi elettorali chiediamo la disponibilità a valutare la concessione, a titolo gratuito, di spazi comunali per alcune giornate, per l’organizzazione di attività ed eventi scolastici al di fuori dei locali scolastici per compensare il tutto”.