G & B. Inox è un esempio della capacità innovativa, della competenza tecnica, della flessibilità e dell’attaccamento al lavoro degli artigiani e delle imprese del Mugello. Meritano rispetto, considerazione e aiuto. Soprattutto in questo momento.

La G & B Inox s.r.l. è un’azienda che da 12 anni lavora acciaio e metallo. Ha sede nel comune di Borgo, nell’area artigianale di Rabatta. Oggi conta 70 dipendenti. Utilizza tecnologie modernissime come quelle laser 3D. Produce soprattutto strutture metalliche e componenti per macchinari per altre aziende. Vende i suoi manufatti in tutto il mondo, tramite una rete di esportatori. Negli anni ha realizzato anche alcuni prodotti per i consumatori. Ultimamente hanno avuto successo dei forni da casa/giardino per le pizze.

In meno di due mesi ha ideato, progettato e messo in vendita delle colonne in acciaio o metallo a supporto dei gel igienizzanti e degli altri oggetti anti-contagio che devono stare all’ingresso di negozi e locali pubblici. “Adesso la nostra produzione – ci dice il titolare Luigi Giustini – è dedicata in gran parte a questi supporti. Abbiamo richieste continue sia dai rivenditori, sia da singoli negozi o uffici. Sono oggetti pratici, semplici ma eleganti e a un prezzo contenuto”.

Ma come vi è venuta questa idea?

“Da quando è iniziata l’epidemia entravo nei supermercati, negli uffici e trovavo gel e disinfettanti nei posti più impensati, poco visibili, magari nascosti tra le merci, gli ho visti anche sui vasi da fiori. – Prosegue Giustini – Da lì ho pensato che avevamo la tecnologia e l’organizzazione per offrire un supporto funzionale e ben visibile. Quando abbiamo iniziato a venderlo erano pochissime le aziende che lo realizzavano. Ora ce ne sono di più. Vista la richiesta e che sono tanti a doversi attrezzare per continuare a lavorare, difendendo tutti dal virus, stiamo producendo anche dei pannelli divisori trasparenti con supporti metallici.”

La prossima idea che realizzerete?

“Non lo so. Vorrei finisse questa epidemia e vorrei realizzare qualcosa di diverso dai divisori, qualcosa che unisce.”

A cura di P. Mercatali