Il Sindaco Paolo Omoboni commenta: “Siamo soddisfatti per come è finita una vicenda difficile. C’è la stata la massima collaborazione di Ati e del Presidente Alessandro Lupi a chiarirci molti aspetti della vicenda.

Insieme a Federico Ignesti ci siamo mossi, senza fare una inutile strumentalizzazione politica, per chiedere il reintegro del dipendente, capendo lo stato emotivo del periodo e della situazione. Allo stesso tempo abbiamo chiesto un punto sul livello di sicurezza dei dipendenti che fanno questo servizio importante.

Appare evidente che è stato fatto da parte di ATI fin dai primi giorni tutto quello che era possibile e doveroso per mettere i lavoratori in sicurezza.

Lavoratori che ringrazio perché il servizio di raccolta porta a porta non si è mai fermato neanche in questo periodo di crisi”.