I consiglieri comunali Francesco Atria e Claudio Ticci della Lega hanno presentato un’interrogazione al Sindaco sulla mancata riapertura degli orti sociali; chiedono che venga convocata la Commissione competente ed invitata AUSER per di valutare un calendario di riapertura. “Infatti gli orti, destinati agli anziani, – spiegano i consiglieri d’opposizione – hanno chiuso l’attività molto prima dell’arrivo dell’emergenza perché oggetto di un “progetto sociale ambizioso”. Con grande fatica, data l’età, i fruitori avevano ripulito i loro orti perché potessero iniziare i  lavori che ad oggi però rimangono un miraggio. A nostro avviso (in attesa dell’inizio dei lavori) la riapertura sarebbe molto importante poiché consentirebbe a molte famiglie di risparmiare sulla spesa, evitando così di andare a comprare i prodotti, dando valore alla comunità che se ne prende cura e favorendo le relazioni sociali. Riteniamo essenziale per la salute dei cittadini, così come per l’equilibrio psico-fisico, poter svolgere attività fisica all’aria aperta, coltivare le proprie passioni evitando al contempo il più possibile luoghi chiusi e affollati”.

 

Nella foto lo stato attuale degli orti sociali a Borgo