In vista della tornata elettorale del 20 e 21 settembre l’Amministrazione comunale di Borgo San Lorenzo ha lavorato con un solo obiettivo: non chiudere la scuola dell’obbligo.

Le lezioni non saranno interrotte alla scuola Primaria, sia nel capoluogo che nelle frazioni, ed alla Secondaria di Primo Grado.

I seggi elettorali infatti vedranno coinvolte, oltre ai consueti spazi non scolastici, soltanto le scuole dell’Infanzia Aldo Moro, Rodari, Collodi, Sagginale e Panicaglia.

Per quanto riguarda le scuole primarie di Luco e Ronta i seggi richiederanno l’impiego dei locali mensa e palestra, gli ingressi saranno diversificati e saranno garantite tutte le precauzioni delle direttive in vigore. In questo modo l’attività didattica potrà proseguire. La Primaria Dante Alighieri non ospiterà sezioni elettorali.

Questo il positivo risultato ottenuto anche in considerazione del fatto che per trovare altri spazi alternativi si deve tener conto, ad esempio, dei requisiti previsti per un seggio elettorale.

Per citarne due: ogni seggio deve essere sigillabile alla fine della giornata con la chiusura obbligatoria di porte e finestre ed è obbligatoria la presenza di forze dell’ordine che devono avere anche a disposizione locali esclusivi per la sorveglianza notturna.

Non dimentichiamo inoltre che abbiamo tante sezioni elettorali, 17 più una speciale, di cui 8 nelle frazioni (Luco, Ronta, Grezzano, Razzuolo, Polcanto, Sagginale, Panicaglia e Casaglia).

Grazie al lavoro degli uffici, i nostri seggi saranno pronti ad accogliere gli elettori borghigiani, garantendo requisiti di sicurezza previsti e soprattutto il minimo impatto sull’attività scolastica.