Martedì mattina 19 novembre una lettrice ci messaggia: “Visto che il comune non risponde ai messaggi, provo con voi. Io vivo alla Soterna e sono una pendolare; in questi giorni di grande pioggia diventa impossibile riuscire a raggiungere la fermata se non sei attrezzata di canotto. C’è una pozza alla fermata della sita alla Soterna, verso Firenze, e un’altra pozza grande è all’incrocio con via dei Cappuccini, sempre alla Soterna. Visto che per far sapere le problematiche al sindaco, bisogna invitarlo con tanto di stampa e telecamere, passo a voi la palla. Grazie e saluti”.

E invece mercoledì 20 novembre, giornata con un po’ di sole, quando siamo andati a verificare la segnalazione la pozza alla fermata si era asciugata; l’acqua era stata fatta defluire o se n’era andata da sola. All’inizio della Via dei Cappuccini c’era una squadra di operai a risistemare la strada allagata. Hanno tappato le buche, ripulito le zanelle e stavano scavando una fossetta di scolo. Alla prossima pioggia, forse, niente più pozze e niente più canotto. E non c’è stato nemmeno bisogno di rispondere ai messaggi della nostra lettrice.