I consiglieri della Lega di Borgo San Lorenzo, Francesco Atria e Claudio Ticci, ricordano di aver presentato un’interrogazione proprio in merito alla non adeguatezza dell’Ospedale come sede dei corsi di avviamento nascita (CAN).

“In data 10 Dicembre 2019 – si legge nel comunicato della Lega – i Consiglieri Francesco Atria e Claudio Ticci interrogavano la Giunta per conoscere se riteneva adeguata la nuova sede dei CAN presso l’Ospedale del Mugello, quali azioni si intendevano intraprendere per trovare una diversa soluzione e se non ritenevano necessario ricercare, tra quelle disponibili, una sede più opportuna per il servizio e in linea con i bisogni oltre che le reali esigenze delle mamme, delle famiglie e dei cittadini”.

“La risposta – continuano i consiglieri Atria e Ticci – in Consiglio dell’Assessore Carlotta Tai fu questa: ‘Vi ricordo che i CAN non hanno bisogno di spazi particolari o di attrezzature, deve essere solo uno spazio che ha degli accorgimenti ad esempio i pavimenti, che non ci siano scalini…insomma le normali condizioni di sicurezza per l’attività qualsiasi. L’Azienda Asl mi ha detto che in questa fase preferisce spostare i CAN all’Ospedale, struttura per loro idonea. Io non ho le competenze per dire se quello è il posto migliore o no, ma sicuramente è idoneo e rispetta i canoni di sicurezza. Il fatto che nell’ospedale ci siano fattori di rischio non lo so. All’ospedale si va anche a nascere quindi se fosse un posto così pericoloso ci sarebbero delle strutture dedicate a questo tipo di attività’ ”.

Lo scorso marzo, l’Asl Toscana centro ha comunicato di essere alla ricerca di una nuova sede per i CAN (qui il link all’articolo: Borgo S. Lorenzo – L’Asl Toscana centro cerca un immobile in affitto per i corsi nascita), così i consiglieri leghisti commentano: “Siamo contenti di aver ascoltato e dato credito ai cittadini e alle famiglie che ci chiesero di produrre istanze a riguardo. ‘Se abbiamo  due orecchie e una bocca è per ascoltare il doppio di quanto parliamo’. ”