Il Gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Borgo San Lorenzo, ha presentato una mozione per la valorizzazione del Monumento ai Caduti in Piazza Dante, che non è stato oggetto, salvo una piccola ripassatura a ghiaia sugli scalini, di manutenzione straordinaria insieme al recente rispritino del fondo e della finitura superficiale dei vialetti dei giardini e della pulizia di caditoie e fognature.

Secondo il Gruppo, il Monumento presenta uno stato di assoluta incuria, con almeno un faro di illuminazione danneggiato e riempito di terra, mentre gli altri emanano scarsa luce. Inoltre parte del recinto perimetrale risulta piegato.

“Le superfici in marmo – si legge nella mozione – sono di colore scuro a causa dello smog e delcontinuo uso improprio che molti bambini ne fanno arrampicandosi, specie durante i giorni del carnevale, quando vengono spruzzati sulle figure in bronzo (o metalloricoperto di bronzo) materiali appiccicosi provenienti dalle bombolette ludiche”.

“Il Monumento in ricordo dei Caduti di Borgo San Lorenzo, proseguono gli esponenti, rappresenta una memoria che
deve essere valorizzata, in onore dei nostri concittadini che hanno dato la propria vita pur di
garantire la nostra libertà dalle guerre, i regimi e l’oppressione. Ma purtroppo viene ormai troppo spesso utilizzato come punto di bivacco serale, in totale mancanza di rispetto di ciò che esso rappresenta.”

Così i consiglieri chiedono al Comune di attivarsi al fine di redigere un progetto per la riqualificazione del Monumento ai Caduti: “Tale riqualificazione dovrà almeno prevederela pulizia di tutto il monumento per riportarlo all’aspetto originario, l’installazione di nuova illuminazione a led con luce bianca e di adeguata potenza e la sostituzione dell’attuale “recinto” (previo parere della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato) con uno idoneo a non consentire l’accesso al monumento da persone non addette alla sua manutenzione; inoltre deono essere programmati interventi di manutenzione ordinaria al Monumento per garantirne l’aspetto e la conservazione negli anni a venire”.