Il Sindaco Omoboni non ci sta a vedere ulteriormente ridotti gli orari delle Poste del capoluogo che ora apriranno solo  lunedì, mercoledì e venerdì mattina e scrive: “Dopo che era già stato ridotto l’orario e chiusi gli sportelli di Luco, Ronta e Panicaglia,  sono assolutamente contrariato da questa decisione e ho scritto al Prefetto per chiedere un intervento. Non entro nelle ragioni aziendali della scelta, capisco la tutela dei lavoratori di Poste Italiane, dico solo e denuncio che  ancora una volta  le decisioni prese a livello nazionale creeranno problemi che restano sulle nostre spalle e sui nostri territori, visto gli assembramenti che si creeranno, tanto più che nei prossimi giorni saranno pagate le pensioni”.