Sono stati riportati questa mattina, mercoledì 2 ottobre, dal quotidiano La Nazione i nomi dei soggetti coinvolti nella vicenda che in questi giorni ha portato all’arresto di due persone per concussione a Borgo San Lorenzo (vedi qui l’articolo).

Vittima del tentativo di estorsione è l’Osteria di Nandone, nota attività commerciale nel Comune di Scarperia. Sono invece Fiorenzo Bartolini (funzionario dell’Asl) e Fabio Niccolai (consulente del lavoro) i due uomini colti in flagranza di reato venerdì scorso e che adesso si trovano agli arresti domiciliari.

Emergono ulteriori aggiornamenti anche in merito alle dinamiche della vicenda. Secondo la ricostruzione pubblicata dal quotidiano fiorentino, il controllo dell’Asl si era svolto presso l’Osteria di Nandone lo scorso 7 agosto. Durante la verifica era stata trovata della carne non etichettata in un frigorifero esterno al locale. A questo erano conseguiti il sequestro della carne e la multa ai danni del proprietario (Paolo Mugnai) e, successivamente, sono iniziate le richieste di denaro. Il ristoratore avrebbe tuttavia informato i Carabinieri e sarebbero state fatte varie intercettazioni telefoniche, in una delle quali Bartolini avrebbe detto a Niccolai che Mugnai poteva permettersi di pagarlo visto che era “pieno come un uovo” e che aveva tanti clienti. La vicenda si è conclusa il 27 settembre con l’arresto dei due, sorpresi subito dopo aver ricevuto la somma dal ristoratore.