Con una interrogazione lo chiedono i consiglieri della lista di sinistra “Borgo in Comune”.

Romagnoli e Verdi ricordano che Governo e Regioni hanno deciso che le piscine possono riaprire dal 25 maggio scorso. Segnalano che molte hanno riaperto come quelle di Bellariva, San Casciano e Calenzano. A Borgo invece l’Ammnistrazione comunale e il gestore delle piscine hanno detto alla stampa che: “l’Amministratore unico Incagli, i dipendenti e i collaboratori stanno lavorando per la riapertura al pubblico per il giorno 15 giugno”.

E allora Verdi e Romagnoli chiedono le ragioni per cui le piscine di Borgo non siano state riaperte ai corsi dal 25 maggio e se quella data sia stata presa in considerazione per la riapertura e le ragioni che hanno impedito il via libera. Chiedono anche se c’è un programma per la riapertura delle vasche interne e con quali interventi ci si arriverà, tenendo conto che si dovrà permettere alla popolazione di fruire in sicurezza dei servizi. Infine, visti i ritardi e le difficoltà per la riapertura, propongono di coinvolgere la commissione consiliare per discutere del futuro del Centro piscine e del soggetto attualmente dedicato alla gestione.

 

Piscina Borgo S. Lorenzo © Centro piscine Mugello