Prorogata la Mostra di Felice Levini. Realizzato un video in 3d di Marco Samorì sulle opere di Galileo Chini

É uno dei pochi musei che ha deciso di riaprire al pubblico. Il Chini Museo spalancherà le proprie porte a partire dal 23 maggio insieme al suo spazio di osservazione contemporanea Chini Contemporary il tutto ad ingresso gratuito sino a fine giugno.

“Abbiamo preso questa decisione insieme al Direttore Alessandro Cocchieri – spiega il vicesindaco e Assessore alla Cultura Cristina Becchi – per sottolineare l’importanza della cultura. Un settore che ha subito danni e conseguenza dalla chiusura e sul quale ci sono ancora poche risposte”.

Il Museo sarà aperto il sabato e la domenica dalle ore 09.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00. Si consiglia la prenotazione al numero 055 8456230 o alla email info@chinimuseo.it

Il Chini Museo, nonostante la chiusura, ha portato avanti il suo lavoro, ha continuato a fare ricerca e a trovare nuove collaborazioni. In questo particolare contesto il Chini Museo ha lavorato insieme al regista creativo Marco Samorì ad un prodotto realizzato interamente con tecnologia digitale 3D. Fruibile su www.chinimuseo.it dal 25 maggio e sui canali social collegati al museo.