Imperdibile l’appuntamento con il teatro Giotto di Borgo san Lorenzo che domani, martedì 4 febbraio, propone uno degli spettacoli di maggior successo della stagione.

Per parlare del confine tra vincitori e vinti e del senso di giustizia umana la regista Laura Sicignano porta in scena ANTIGONE di Sofocle con Barbara Moselli  (straordinaria in “Le donne baciano meglio”) e Sebastiano Lo Monaco, che torna a Borgo dopo i successi de “Il berretto a sonagli” “Non si sa come “ e “Dopo il silenzio”.

Antigone, eterna ribelle: lei è la diversa, la donna eccezionale che agisce in nome di una giustizia umana che precede e supera le leggi. Antigone scatena la ribellione femminile. Lui, Creonte, re di Tebe, vuole la pace dopo la guerra civile. Sceglie di difendere la Ragion di Stato, contro ogni focolaio di rivolta. Creonte e Antigone si fronteggiano, si scontrano: la pieta e la legge, i giovani e gli adulti, l’anarchia e la storia. Il testo viene asciugato, l’azione e la relazione sono privilegiate rispetto alla dizione. La drammaturgia s’intreccia al suono e alla musica dal vivo.

Martedi 4 febbraio Teatro Giotto Borgo San Lorenzo  – Antigone di Sofocle – traduzione e adattamento Laura Sicignano e Alessandra Vannucci – regia Laura Sicignano con Sebastiano Lo Monaco e Barbara Moselli e con Lucia Cammalleri, Egle Doria, Luca Iacono, Silvio Laviano, Simone Luglio, Franco Mirabella, Pietro Pace – produzione Teatro Stabile di Catania.

(M. Miniati)