Si sono scambiati le lenzuola, federe e asciugamani in modo che ognuno avesse un tricolore e sabato 25 di buon’ora si sono messi a tirare corde da finestra a finestra per trasformare la facciata del palazzo in un trionfo di bandiere che per tutta la giornata hanno ricordato la liberazione, ma soprattutto la lotta armata che ci ha permesso di essere un popolo libero fino ad oggi.

Anche i partigiani hanno combattuto con quello che avevano a disposizione, così gli abitanti della piazza centrale di Borgo hanno deciso di arrangiarsi con quello che avevano scovato negli armadi per regalare agli occhi dei pochissimi passanti ed ai molti sguardi dei social, una “Stesa di panni” veramente molto resistente.

Nel pomeriggio poi, alle 15,00 raccogliendo l’invito dell’ANPI hanno diffuso una versione di “Bella Ciao”. Registrata dal Coro Enrico Pappalettere del Liceo scentifico U. Dini di Pisa, dal Coro della Società Filarmonica di Pisana, dal Laboratorio Corale di Careggi (FI) e dal Coro Città di Pistoia, per un totale di 72 elementi.