Scrive Giovanni Sorrenti in una lettera indirizzata agli amministratori e ai media: “Premetto che, con rammarico, prendo atto che chi ha pubblicato l’articolo su “Il Filo”, a firma di Irene De Vito, non ha avuto l’accortezza e la prudenza (e quindi la professionalità) di interpellarmi in merito a quanto scritto, non fosse altro che per esporre i fatti avendo tutte le versioni delle parti in causa. Lo stesso contenuto del titolo dell’articolo, Niente Palazzetto borghigiano per il Baskin. Sorrenti nega gli spazi, indica la volontà di screditare la mia persona di fronte all’opinione pubblica e, pertanto, mi riservo iniziative a mia tutela. Tentativo, peraltro, maldestro, probabilmente una normale conseguenza del “pesante”, o ingombrante, ruolo e responsabilità che ricoproi, oltre al fatto di non avere in tasca alcuna tessera politica, malgrado le pressioni ricevute anche in occasione dell’ultima tornata elettorale locale.

Attenendomi poi, scrupolosamente e doverosamente, a quelli che sono gli atti ufficiali, che evidenziano la complessità dell’argomento trattato e, soprattutto, allo scopo di fare chiarezza di fronte a certe insinuazioni e accuse, (vedi articolo) mi vedo obbligato ad alcune precisazioni.

Ad oggi non esiste alcuna lettera ufficiale a firma mia e/o del Consorzio che neghi gli spazi del Palazzetto dello Sport Gaddo Cipriani al gruppo Baskin della ASD STM Pallacanestro 1994. Esiste una lettera di richiesta spazi per l’attività del Baskin, presentata dalla stessa ASD STM Pallacanestro 1994 datata 27 agosto 2019, quindi ben oltre il termine del 30 giugno di ogni anno fissato dal Comune, ma ciò non preclude, e non ha mai precluso, la possibilità di ricevere gli spazi richiesti anche se tardivamente, come peraltro era già accaduto lo scorso anno.

Inoltre, esiste una mail di sollecito datata 4 ottobre 2019, all’indirizzo del Consorzio, da parte della ASD STM Pallacanestro 1994 in merito all’assegnazione di spazi per l’attività del Baskin per la stagione sportiva 2019-2020, alla quale viene prontamente risposto lo stesso giorno con due mail: la prima inviata alle ore 21:36, la seconda alle ore 21:50. In queste sono spiegate le motivazioni del ritardo nell’assegnazione dello spazio richiesto, tra le quali che “sono in corso di definizione i calendari dei campionati giovanili di pallamano” (mail allegata per conoscenza anche al Sindaco, all’Assessore allo Sport e alla Sig.ra Caterina Santelli).

Ad oggi, non esiste agli atti alcuna richiesta ufficiale di esonero dal pagamento dell’uso delle palestre (locazione, pulizia e custodia) per l’attività del Baskin da parte della ASD STM Pallacanestro 1994, in prima linea nel progetto. Ad ogni modo, per trasparenza, è bene precisare che la stessa beneficia di contributi dell’Unione Montana dei Comuni del Mugello, come Deliberazione di Giunta n.104 del 16 ottobre 2018. In aggiunta la ASD STM Pallacanestro 1994 beneficia già da ben dieci anni, in quanto società consorziata, di tariffe agevolate rispetto a quelle imposte dal Comune di Borgo San Lorenzo (Delibera G. C. n.82 del 05 agosto 2010 e aggiornamenti ISTAT); in particolare ad oggi i prezzi sono: € 9,00 (IVA inclusa) per ciascuna ora di uso delle palestre Scuole Medie/Elementari, mentre i soggetti non consorziati arrivano a pagare € 26,00; € 13,00 (IVA inclusa) per l’uso del Palazzetto dello Sport Gaddo Cipriani (€ 40,00 per i non consorziati). In più, è l’unica società sportiva consorziata a beneficiare del maggior numero di ore di utilizzo (una media di 28/30 ore a settimana delle palestre gestite dal Consorzio) e unica a usufruire contemporaneamente delle 4 palestre in gestione, oltre che di altri impianti sul territorio.

Come da accordi e, come da prassi consolidata (la stessa procedura è stata seguita nella precedente stagione sportiva), considerata l’elevata richiesta di spazi il sabato, giorno assai critico per la presenza di attività agonistica di diverse Federazioni sportive, si procede prima all’assegnazione degli spazi alle gare ufficiali dei Campionati Nazionali di Calcio a 5 e di Pallamano (afferenti rispettivamente alla FIGC e alla FIGH). In seguito si procede all’assegnazione degli spazi riservati alle gare dei Campionati Regionali e infine, in base agli spazi rimasti a disposizione, si procede all’assegnazione degli stessi ai gruppi sportivi che non svolgono attività agonistica, come nel caso del Baskin. A onore di cronaca, attualmente nel fine settimana insistono, sul Palazzetto dello Sport, 10 Campionati tra pallamano e calcio a 5, di cui 3 a carattere nazionale, mentre l’ultimo calendario gare ufficializzato è stato quello dell’Under 13 di pallamano, pubblicato dalla FIGH in data sabato 23 novembre 2019.

Senza aver ricevuto poi alcuna comunicazione in merito, almeno per conoscenza, anche se non dovuta, mi risulta che il Baskin abbia iniziato la propria attività presso la tenso-struttura delle Piscine di ViViLoSport e pertanto ad oggi sono comunque ospiti, a titolo gratuito o a pagamento, di una struttura del Comune di Borgo San Lorenzo.

Venendo alla questione delle righe di gioco, tra luglio e agosto, sul piano palestra del campo di gioco del Palazzetto dello Sport Gaddo Cipriani, sono state eseguite tracciature per il Baskin senza alcuna comunicazione e/o autorizzazione del Consorzio (di cui la ASD STM Pallacanestro 1994 fa parte) e conseguente notifica alle società che, in quell’impianto, si svolgono campionati a livello nazionale ai quali le Federazioni di appartenenza impongono determinati requisiti e obblighi.

Gestire un gruppo sportivo di disabili, iniziativa per altro più che lodevole, non delegittima e non rende immuni dall’osservanza del rispetto delle regole e dei passaggi formali e burocratici previsti.

Mi si attribuisce un potere di gestione delle palestre che anch’io stento a credere: faccio presente che ogni qual volta il Comune, nella persona del Sindaco e/o dell’Assessore allo Sport, abbia voluto intervenire sull’assegnazione degli spazi e per altre questioni, lo ha fatto senza particolari problemi e ha deciso d’ufficio o comunque condividendo l’iniziativa con il Consorzio e infine lo stesso Consorzio da me presieduto deve render conto della gestione e dell’assegnazione degli spazi all’Ufficio Sport comunale .

Quanto alle esternazioni del Sindaco sulla gestione delle palestre, ricordo che il Comune di Borgo San Lorenzo, con Determina n.792 del 31 luglio 2019 (Proroga della concessione per la gestione delle palestre), ha rinnovato la convenzione per la gestione delle palestre al Consorzio Mugello Sport, di cui il sottoscritto era stato da poco rieletto Presidente (con CdA del 28 giugno 2019). In merito invece agli interventi dei Sindaci Omoboni (Borgo San Loreno) e Passiatore (Dicomano), a loro faccio solo presente che il sottoscritto non si occupa delle cosiddette “fasce deboli” (e di sport) solo nei fine settimana o in occasione di qualche evento mondano, ma tutti i giorni poiché, a suo tempo ho fatto una scelta di vita che mi ha portato a fare di certi valori e principi dei capisaldi della mia professione lavorativa, giorno per giorno: prima, giovanissimo, come obiettore di coscienza presso la Caritas di Firenze, successivamente come educatore professionale, ogni giorno a contatto con disabili, pazienti psichiatrici, detenuti, migranti, minori a rischio, ecc., senza mai farne pubblicità o utilizzando queste persone, definite “speciali”, per promuovere la mia immagine agli occhi dell’opinione pubblica. Diventa surreale e anacronistico sentirsi dare lezioni di questo tipo da politici che, per il ruolo che hanno, in quanto rappresentanti dei rispettivi comuni e comunità, avranno sempre il mio più alto e profondo rispetto. Purtroppo, mi trovo costretto a prendere atto di come, in qualsiasi occasione, non si esiti a strumentalizzare il soggetto definito “debole” per il proprio tornaconto.

Sono poi abbastanza tranquillo con la mia coscienza, sebbene come tutte le persone io abbia pregi e difetti e non sia certo perfetto. Da oltre 22 anni sono al servizio dello sport e la gestione delle palestre, come ho sempre ricordato in più occasioni, l’ho sempre concepita come un servizio alla comunità locale, con l’intento di fare entrare tutti nelle palestre, indipendentemente dalla disciplina sportiva praticata, dall’appartenenza o meno a gruppi sportivi, ecc.

Infine per me, tutti i ragazzi che fanno sport sono e saranno sempre persone “speciali” per il semplice fatto di praticare lo sport, senza distinzione alcuna.

Resto a disposizione, come ho sempre fatto, per eventuali chiarimenti e documentazione relativa, qualora richiesti nelle sedi ufficiali, in merito alla questione per chiunque ne faccia richiesta: dalla Giunta e Consiglio Comunale, all’Unione Montana dei Comuni del Mugello, alla Città Metropolitana, alla stampa, al singolo cittadino.

 

Giovanni Sorrenti