Ambiente

Londa e Pelago visitabili da tutti anche dai disabili

Le amministrazioni comunali di Londa e Pelago fanno sapere che il progetto “Un bosco per tutti una cultura per tutti”, presentato dall’Ecomuseo Montagna Fiorentina – Gruppo perché No per il contrasto alla povertà e alla fragilità sociale, è stato positivamente accolto e finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Il progetto, che accanto ai Comuni vede la partecipazione di numerosi partner (la Curia Vescovile di Fiesole, i Marchesi De Frescobaldi, l'ACAT Lucca; Autismo Firenze ODV, l'Associazione Idrocefalo e spina Bifida onlus, l'Associazione UNOPERTUTTI, il MOVI Toscana, il corso di Laurea Scienze della Montagna dell’UNITUS di Viterbo) prevede, con la consulenza dell'Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti Firenze, la realizzazione di due percorsi permanenti all’interno dei centri storici di Londa e Pelago, per strutturare un sistema di fruizione culturale rivolto a [...]

Di |2020-07-08T19:33:37+02:00luglio 8th, 2020|Ambiente, Prima Pagina|0 Commenti

Eolico Villore Corella – Quarta riunione dell’inchiesta pubblica

L'inchiesta pubblica sul progetto della società di proprietà del Comune di Verona AGSM per l'installazione di otto generatori eolici al Giogo di Villore è giunta alla quarta sessione, in parte in presenza nella sala comunale di Vicchio e in parte ancora da remoto come webinar. Se volete partecipare dovete chiedere ai comuni di Vicchio o Dicomano che aprono anche le sale per la presenza. L'ingegnere AGSM Marco Giusti anticipa a oggi una decisione che doveva essere resa nota il 14 luglio; l'azienda, su pressione dei cittadini preoccupati anche che non ci sia abbastanza vento per rendere efficace l'impianto, ha deciso di affidare a terzi un esame accurato del vento al Giogo, con tutte le tecniche più aggiornate, per poi rendere noti non i dati anemometrici, coperti da segreto industriale, ma i [...]

Di |2020-07-08T15:16:13+02:00luglio 8th, 2020|Ambiente, Prima Pagina|0 Commenti

Eolico – Abitanti di Villore divisi tra favorevoli e contrari

Dopo aver assistito alla seduta di inchiesta pubblica del 25 giugno siamo andati a intervistare un cittadino che abita a Villore, il quale, dopo il suo intervento, ha ricevuto il plauso di suoi compaesani e anche, da questi, una delega a rappresentarli in questa fase per capire cosa decidere. Nel gruppo di abitanti di Villore ci sono sia favorevoli che contrari e anche dubbiosi che devono appunto decidere. Emilio Saccomani è un professionista con esperienza in aziende importanti e ci racconta di come regni ancora l'incertezza in qualche decina di villoresi che si chiedono quale sarà l'impatto dell'impianto eolico progettato per il Giogo di Villore, sul crinale al centro del progetto e anche di tante polemiche. Riguardo alla naturalità della flora su quel crinale, sulla quale si spendono appelli perchè sia [...]

Di |2020-07-02T23:06:19+02:00luglio 2nd, 2020|Ambiente, Prima Pagina|1 Commento

Rufina – Il Sindaco: “Le do una notizia: l’eolico non si fa senza aiuti a Contea”

Il sindaco  Vito Maida alla domanda se il suo Comune sia coinvolto nel progetto AGSM, per il progetto eolico al Giogo di Villore, esordisce: "Le do una notizia, il Comune di Rufina è coinvolto... Si sono sbagliati tutti, se devo dire la verità... Vorrei essere veramente polemico... perché non tutti sanno che... non voglio entrare in merito alle decisioni di altri Comuni...Quello che ho da dire lo dirò alla Conferenza dei Servizi... perché forse non si sa che, anche se l'impianto coinvolge in maniera prevalente i Comuni di Vicchio e Dicomano e marginalmente San Godenzo, l'energia elettrica prodotta andrà a finire a Contea e la cabina è nel territorio del Comune di Rufina!" "Ho descritto alla AGSM di Verona un esempio: Lei può entrare in autostrada e viaggiare una giornata, da [...]

Di |2020-07-02T19:52:43+02:00luglio 2nd, 2020|Ambiente, Prima Pagina|0 Commenti

Bilancino – Completati gli interventi a Cavallina, continua la manutenzione diverse aree del lago

Sono stati completati gli interventi di manutenzione delle aree in zona Cavallina, In Via del Torracchione (punta Est) e nell’are della Spiaggia di “Gattabigia”. Lì si è proceduto al taglio e trinciature dell’erba ed alla spianatura e preparazione delle “spiagge” in modo che potessero essere fruibili. E’ stata poi ripristinata la via d’accesso da Via del Palagio, opportunatamente sistemata per essere fruibile solo a piedi o in bicicletta. Gli interventi proseguiranno per tutto il periodo estivo in diverse aree del Parco di Bilancino  (Fangaccio, Andolaccio, Cavallina, Bellavista e Galliano) con potature, sfalci, posa di staccionate in legno, di alcuni arredi urbani e con la sistemazione della viabilità nei pressi dei parcheggi che sarà sottoposta a manutenzione con la risistemazione delle buche.   #barberino #bilancino

Di |2020-06-27T11:09:59+02:00giugno 27th, 2020|Ambiente, Prima Pagina|0 Commenti

Villore – Continua il dibattito sulla questione dell’impianto eolico

Eolico Villore  Inchiesta pubblica. Lungo dibattito tra i pro e i contro Terzo appuntamento dell'inchiesta pubblica sul progetto eolico al giogo di Villore il quale si è svolto ancora da remoto, ma le sale nei comuni di Dicomano e Vicchio sono rimaste deserte del pubblico, non collegato, per le quali erano state allestite. La formula a distanza e la non frequente occasione di scambio obbligatoriamente pacato grazie alla distanza provocata dalla telematica, ha attratto interventi da varie parti d'Italia dove si studia o dove si è installato l'eolico. Questo ha creato una situazione per la quale la maggioranza degli interventi sia, infine, apparsa a favore dell'impianto di Villore. Dopo sedute dedicate alla descrizione, nei particolari, del progetto eolico, si è passati ai cittadini con le loro istanze e opinioni. Decine [...]

Di |2020-06-26T15:19:56+02:00giugno 26th, 2020|Ambiente, Cronaca, Prima Pagina|0 Commenti

Regione Toscana – Norme per l’abbruciamento dei residui vegetali

Possibilità di abbruciamento di residui vegetali fino al 30 giugno   Fino al 30 giugno è consentito l'abbruciamento di residui vegetali (residui provenienti da tagli boschivi, interventi colturali, potatura, ripulitura). Per poter attuare questo tipo di pratica devono essere osservate precise regole e adottate le cautele per non rischiare di innescare incendi. L’abbruciamento deve essere effettuato entro i 250 metri dal luogo di produzione. Qui sotto il sito da consultare dove potrete trovare tutte le precise norme da seguire per farlo in totale sicurezza: https://bit.ly/AbbruciamentoResiduiVegetali   #aibtoscana #incendiboschivi  

Di |2020-06-26T09:37:59+02:00giugno 26th, 2020|Ambiente, Prima Pagina|0 Commenti

A Vicchio un flash mob contro le pale eoliche sull’Appennino

Piera Ballabio (Italia Nostra): " Il Mugello è davvero cambiato e non in meglio."   Nel pomeriggio di sabato 20 luglio si è svolto a Vicchio un flash mob contro l'installazione di pale eoliche sul Monte Giogo di Villore. Vi hanno partecipato, in maniera pacifica e ordinata, una cinquantina di aderenti alle varie sigle (associazioni, gruppi, comitati) che si battono contro tale progetto, tutt'ora in discussione nella forma dell'inchiesta pubblica indetta dalla Regione Toscana. E' notizia di questi giorni l'indagine della magistratura che riguarda alcuni esponenti di AMIA, partecipata al 100% di AGSM, la partecipata dal Comune di Verona, titolare del progetto pale eoliche. Il flash mob si è svolto nella centrale Piazza Giotto, ridisegnata dai quadrati bianchi del progetto "stodistante", con una veloce incursione nell'attigua Piazza della Vittoria. Questi [...]

Di |2020-06-24T17:12:24+02:00giugno 24th, 2020|Ambiente, Prima Pagina|0 Commenti

Barberino – Strada abusiva nel bosco scoperta dai Forestali

 I Forestali di Barberino hanno eseguito accertamenti sulla realizzazione di una pista forestale, in località “Carcerino”, in prossimità del torrente “Navale”. La pista si sviluppa per oltre 120 metri lungo l’alveo inserito nel reticolo idrografico regionale. I militari hanno riscontrato che in area boscata era stato effettuato un movimento terra volto a realizzare una viabilità temporanea per raggiungere il corso d’acqua, nel quale dovevano essere eseguiti degli interventi di taglio e successiva rimozione della vegetazione, interessando così la fascia di rispetto sottoposta a vincolo idraulico del torrente “Navale”. Il movimento terra è consistito nella creazione di una scarpata a monte, avente un’altezza media di oltre un metro (in alcuni punti è stata raggiunta un’altezza di mt. 1,40), e nel riporto di materiale terroso a valle. Il suolo è costituito da [...]

Di |2020-06-23T17:51:56+02:00giugno 23rd, 2020|Ambiente, Prima Pagina|0 Commenti