Ricordi

Come eravamo – Suoni e canzoni da piazze e balconi nel vecchio Borgo

  La finestra del mio studio domina non solo il paese, il mio "natìo Borgo selvaggio", ma anche la vallata del Mugello. Non così in questi giorni di pestilenza (il Coronavirus) e di forzata "quarantena"...il panorama non è certo cambiato, ma è come un paesaggio surreale, come certi, pur bellissimi quadri di De Chirico, ma che mettono angoscia : insomma paesaggi perfetti con colonnati classici e palazzi di precisa architettura, ma vuoti, senz'anima...insomma senza la presenza dell'uomo. E cosi', affacciandomi in questi giorni, rivedo le vie e le piazze del mio Borgo, il Corso, i Giardini, il Campanile longobardo e la Pieve romanica, l'Oratorio del SS. Crocifisso e quello della Misericordia, il viale lunghissimo della Stazione, il "Pratino" e il Bar della Corallina, il Palazzo Comunale e la vecchia casa del [...]

Di |2020-03-29T12:40:22+02:00marzo 29th, 2020|Prima Pagina, Ricordi|0 Commenti

Club Auto e Moto storiche in ricordo di Giancarlo Stefani

Il Club Auto Moto Club Storico Mugello ha fatto una donazione all'ospedale di Borgo San lorenzo per il covid 19 e  una donazione alla FISM (Federazione italiana sclerosi multipla) per la  memoria di Giancarlo Stefani (nella foto).

Di |2020-03-27T19:39:28+02:00marzo 26th, 2020|Prima Pagina, Ricordi|0 Commenti

E’ morto Carlo Casini. Un magistrato scomodo

Istituzioni e associazioni fiorentine hanno annunciato la morte di Carlo Casini, ricordando la figura di questo magistrato e parlamentare che ha speso la sua vita per i valori della famiglia. Come ricorda il Circolo del Popolo della famiglia del Mugello,  fondò nel marzo 1975 a Firenze il primo Centro di aiuto alla vita dando una mano concreta e mai invadente a molte donne a non abortire; donne che gli furono riconoscenti per aver potuto abbracciare i loro figli. Casini è legato al Mugello, oltre che per i numerosi amici che aveva in questa terra, per la vicenda del Forteto. Nel 1978 Carlo Casini fu il primo a indagare sugli abusi del Forteto e a incriminare Fiesoli e il suo braccio destro Goffredi. Nel 1985 i due vennero condannati. Purtroppo colleghi [...]

Di |2020-03-23T20:35:22+02:00marzo 23rd, 2020|Prima Pagina, Ricordi|0 Commenti

Barberino – E’ morto Alessandro Nardini

Alessandro aveva 75 anni e si è spento dopo una malattia affrontata con serenità che è riuscito a  trasmettere anche alla famiglia e agli amici. Era molto conosciuto per la grande solidarietà e per la sua passione sportiva. Era apprezzato come volontario di entrambe le associazioni di assistenza di Barberino: la Misericordia e la Bouturlin. Era tra i fondatori della squadra di pallavolo barberinese, partecipava attivamente alle attività del gruppo escursionisti. Al nostro giornale lo ricordiamo con particolare affetto: aveva collaborato al Galletto inviandoci notizie da Barberino e aveva fatto il radiocronista per Radio Mugello. Il gruppo escursionisti barberinesi lo ricorda con queste parole:”Partecipiamo con infinito dolore alla scomparsa del “socio fondatore “ Alessandro Nardini”. Persona speciale ed esempio di altruismo e  generosita’. Con discrezione, calma e grande voglia di [...]

Di |2020-03-23T12:59:00+02:00marzo 23rd, 2020|Prima Pagina, Ricordi|0 Commenti

Scarperia e San Piero – E’ morto Piero Bambi “Patron” della Marzocco

Nelle notte di oggi, 22 marzo, è morto Piero Bambi "Patron" della Marzocco, l'azienda produttrice di macchine da caffé che da qualche anno ha i suoi stabilimenti alla Torre nel comune di Scarperia e San Piero. Piero Bambi aveva 86 anni ed era figlio di Giuseppe, il fondatore dell'azienda. Ha dedicato tutta la sua vita all'azienda di cui attualmente era Presidente onorario, condividendo con i suoi collaboratori la grande passione per il caffé, la meccanica d'avanguardia, l'artigianalità e il design. Anche il nostro giornale si unisce ai dipendenti della Marzocco nello stringersi intorno ai familiari.

Di |2020-03-22T15:16:19+02:00marzo 22nd, 2020|Prima Pagina, Ricordi|0 Commenti

Vicchio – 22 marzo 1944 22 marzo 2020 PER NON DIMENTICARE

76 anni fa, in questo giorno, i nostri giovanissimi concittadini vicchiesi, Antonio Raddi, Guido Targetti, Leandro Corona, Ottorino Quiti e Adriano Santoni, furono fucilati a Firenze al Campo di Marte. Senza un motivo, trucidati barbaramente, per dare un esempio, a caso, perché renitenti alla leva fascista. Il ricordo di questo atto tragico, la memoria del passato di questa barbarie, costituisce per tutti noi un monito di riflessione, per costruire l’identità, individuale e collettiva del presente e del futuro. L’Anpi ha ricostruito la fucilazione dei ragazzi e raccolto testimonianze sulle loro ultime ore. “Cinque, cinque ragazzi trucidati barbaramente, - si legge sul sito dell’Associazione dei partigiani - per essersi rifiutati di presentarsi alla chiamata di leva della repubblichetta di Mussolini. Accadde a Firenze, in una città già sconvolta dalla guerra, il [...]

Di |2020-03-22T14:04:44+02:00marzo 22nd, 2020|Prima Pagina, Ricordi|0 Commenti

Devozione nel Mugello – Il coronavirus e il SS. Crocifisso dei miracoli

Abbiamo già parlato in un precedente pezzo apparso su "Il Galletto" delle rogazioni. Il sacerdote, accompagnato dai fedeli, andava, nei giorni della primavera,in processione nei campi a benedire cantando le "Rogatorie", delle quali qui non è certo possibile riprodurre il canto che le rendeva assai suggestive: mi ricordo, fanciullo, al mattino, nelle prime brume, il priore di Grezzano o quello di Olmi che, in latino, intonavano il canto, pregando il Signore di tenerci lontano ("libera nos Domine") dalla dannazione eterna (che è la cosa peggiore che possa accadere a un uomo, assai peggiore della peste e dei terremoti), quindi dai cattivi pensieri, dall'ira e dall'odio e di liberarci anche - "Per mysterium sanctae incarnationis tuae" e "Per passionem crucem tuam", - dai fulmini e dalla tempesta e, infine, dalla peste (il coronavirus è la nuova peste!), [...]

Di |2020-03-13T15:26:57+02:00marzo 13th, 2020|Prima Pagina, Ricordi, Storia|0 Commenti

Dai Lettori – Ricordo di Mauro Naldi

Il 26 gennaio, ieri,  sarebbe stato il tuo compleanno se non ci avessi lasciato quel 13 gennaio di due anni fa. E anche se c’è in questo giorno un profondo senso di vuoto, e di solitudine, il tuo ricordo è sempre vivo in me: niente è sbiadito, nessun attimo, nessun momento. Ti vorrò sempre bene caro babbo. Tuo figlio Simone

Di |2020-01-27T12:40:28+02:00gennaio 27th, 2020|Prima Pagina, Ricordi|0 Commenti

Ricordi – Trentennale della morte di Rolando Cantini

Le parole dell'amico Aldo e la commovente lettera della figlia in ricordo di Rolando. "Sembra ieri quando trent’anni fa ci lasciava Rolando Cantini, un caro amico, un mugellano verace di una vecchia ed onesta famiglia di lavoratori, un marito e un padre esemplare, ma il ricordo in Borgo San Lorenzo è ancora indelebile in tutti coloro che lo hanno conosciuto, stimato ed apprezzato. Fin da giovane, portatore di idee prettamente democratiche, esempio classico di laicità, ma rispettoso delle idee altrui, come si conviene a una persona intellettualmente onesta, Rolando Cantini ha vissuto intensamente la vita sociale, civile ed amministrativa, impegnandosi con passione e senso del dovere in molteplici attività che lo hanno visto sempre in prima fila. Consigliere comunale della maggioranza di sinistra quindi assessore durante l’amministrazione Panchetti e successivamente [...]

Di |2020-01-20T09:57:01+02:00gennaio 20th, 2020|Prima Pagina, Ricordi|0 Commenti