PROGRAMMA

Insieme con i cittadini, con i dipendenti comunali, con gli enti vicini di casa, con le associazioni, con le attività commerciali, con i turisti, con assessorati che lavorano uniti. Perché sia possibile serve un approccio differente e positivo: gli obiettivi si raggiungono con azioni d’insieme, dentro l’amministrazione, fra amministrazioni e con la comunità intera. Questa è l’idea della lista civica INSIEME – SANDRO CORONA SINDACO, con candidati competenti che vivono il nostro territorio, per l’interesse del nostro territorio.

USCIRE DALL’ISOLAMENTO – CREARE CONNESSIONI 

Vogliamo ripristinare i rapporti con gli altri enti e istituzioni, con la Città Metropolitana e con l’Unione dei Comuni del Mugello.

Lo scontro che c’è stato tra il PD e l’attuale Amministrazione Comunale ha procurato una situazione dannosa di isolamento e di inasprimento dei rapporti. Ne hanno risentito le casse comunali (spendendo da soli si spende di più, l’accesso a fondi e bandi è più difficile), interventi che richiedono la collaborazione di altri enti avvengono con grande ritardo (pulizia dalla neve, sfalcio ai lati delle strade, frane). Inoltre, il clima conflittuale che l’Amministrazione ha creato coi propri dipendenti, non valorizzandone il lavoro, rende ogni passo meno efficace. Se si superano contrapposizioni ideologiche e contrasti personali si vince: infatti in ambito turistico, dove l’atteggiamento è stato di apertura, i risultati sono stati ottenuti. La nostra lista è nata proprio per ricostituire il rapporto positivo con gli altri enti e istituzioni, con i dipendenti comunali e con tutti i cittadini nella consapevolezza che da soli non si va da nessuna parte. Questo è fondamentale per valorizzare le nostre risorse, per condurre collaborazioni fertili.

QUALITA’ DELLA VITA

Vogliamo migliorare la qualità della vita e la sicurezza dei cittadini ripartendo dai servizi di base: sicurezza e manutenzione stradale, sicurezza contro i furti, decoro urbano, raccolta differenziata.

Priorità: manutenzione e sicurezza stradale. Neve, ghiaccio, problemi di illuminazione, interruzioni per lavori, frane e dissesti non sono situazioni di emergenza, nel nostro territorio: sono situazioni ordinarie, si presentano regolarmente e vanno gestite con un piano ordinario in modo che non siano un fulmine a ciel sereno e un grave disagio, come invece sono ogni volta. A Pratolino, Mulinaccio, Fontebuona e in situazioni simili si deve aumentare la sicurezza e percorribilità pedonale nei centri abitati, anche con marciapiedi e dissuasori d’asfalto. Si deve intervenire sul sistema di manutenzione della rete stradale per superare le attuali condizioni di disagio, non solo invernale: cura del manto stradale, segnaletica e manutenzione bordo strada (sfalci, etc.).

Sicurezza. La frequenza di furti è un problema serio, e richiede maggior presidio del territorio da parte della forza pubblica. Visto che il territorio del Comune è vasto e che le possibilità dell’Amministrazione sono limitate, intendiamo richiedere il supporto della Prefettura di Firenze, e creare un sistema di videosorveglianza nei punti chiave.

Potenziamento dei servizi esistenti.

  • Gestione delle infrastrutture sportive nel Comune. Supporteremo i gruppi sportivi per la gestione aperta ed efficace delle nostre infrastrutture.
  • Intendiamo valorizzare in modo razionale le risorse interne all’Amministrazione, con particolare riferimento alla Polizia municipale e agli altri servizi destinati alla sicurezza, alla tutela e alla manutenzione del nostro territorio, stendendo un piano diretto. Stesso dicasi per il parco macchine a disposizione dell’Amministrazione.
  • Intendiamo perseguire un uso razionale ed efficace del patrimonio immobiliare di proprietà comunale o di altri enti: centro giovani, circoli arci, campi sportivi, biblioteca, stazioni ferroviarie, finalizzato a individuare spazi da utilizzare permanentemente per lo svolgimento di attività di pubblico interesse (attività culturali, corsi, musica, socializzazione…).
  • Nella consapevolezza delle difficoltà dell’argomento, ci impegneremo nella ricerca di soluzioni rivolte a razionalizzare e potenziare il trasporto pubblico locale secondo le esigenze della cittadinanza.
  • Monitorare la soluzione trovata all’annoso problema delle farmacie.
  • Ricerca attiva di sinergie e collaborazioni con i Comuni limitrofi e con la Città metropolitana per migliorare i servizi.

Decoro urbano. Strade pulite, erba tagliata, cura urbanistica. Il decoro urbano ha bisogno di progetti organici e unitari che tengano conto dei caratteri di tutte le frazioni, insieme alla creazione di percorsi pedonali, laddove la frazione lo permetta, fruibili sia dai cittadini sia dai turisti.

Raccolta differenziata. Tenere aperto il confronto con la cittadinanza e il gestore ALIA spa al fine di ridurre i disagi e ottimizzare il servizio (voce di spesa notevole per i cittadini).

IN GENERALE crediamo che qualsiasi idea per migliorare la qualità della vita dei cittadini debba scordare divisioni ideologiche ed essere partecipata. Per noi amministrare il territorio significa:

  • Ascoltare le istanze dei cittadini
  • Trasformare le istanze in progetti concreti
  • Trovare le risorse per realizzarli attraverso, grazie alle competenze in tal senso dei nostri· candidati Consiglieri, la partecipazione ai molteplici bandi di finanziamento disponibili.

Vogliamo valorizzare il ruolo delle associazioni e creare canali di partecipazione in modo da coinvolgere i cittadini nei processi decisionali, rinforzando il senso di appartenenza. Per un territorio, l’attrattiva maggiore è la qualità della vita di chi lo abita.

SVILUPPO DEL TERRITORIO

Il nostro territorio possiede già gli elementi potenziali per un suo naturale sviluppo, e vogliamo valorizzarli.

La lista INSIEME – SANDRO CORONA SINDACO raccoglie l’esperienza della Pro Loco di Vaglia. Il successo delle sue iniziative (la creazione dell’Ufficio del turismo, la costituzione di una rete di Ospitalità Diffusa, il potenziamento delle iniziative legate all’escursionismo, l’organizzazione delle sagre e delle feste, l’avvio di collaborazioni strategiche con l’Unione dei Comuni, con Il comitato delle Pro Loco di area Mugello e con la Direzione del parco Mediceo – Città Metropolitana di Firenze) dimostra che il nostro territorio si può sviluppare positivamente partendo da quello che c’è già o ha mostrato potenzialità naturali di sviluppo. Potenzialità in ampliamento, vista la posizione strategica del nostro territorio rispetto alla città di Firenze e al Mugello, e le sue ricchezze ambientali e culturali. Lo sviluppo di un comune dipende dalla capacità di valorizzare le proprie risorse, in una strategia organica di riqualificazioni e potenziamento di infrastrutture, con una forte coesione sociale.

Agricoltura e Ambiente. Vogliamo mantenere e promuovere il carattere tradizionale del nostro territorio rurale, ancora fortemente conservato. Intendiamo potenziare le manifestazioni agricole e rurali, in particolare con tavoli di lavoro fra agricoltori, allevatori, associazioni di settore, il mondo della formazione e i portatori d’interesse. Intendiamo potenziare il mercato del contadino migliorando la sinergia coi Gruppi di Acquisto Solidale attivi sul territorio, i loro fornitori e con gli operatori del biologico.

Turismo, Attività Culturali, Attività Commerciali e Artigianali e Associazionismo. Vogliamo puntare sul rafforzamento del senso di appartenenza al territorio e sullo sviluppo degli eventi culturali di successo che già esistono. Turismo e cultura, per Vaglia, devono essere due facce della stessa medaglia.

  • Vogliamo partire da una valutazione dello stato delle infrastrutture materiali e immateriali presenti sul territorio – individuando quelle mancanti ma necessarie e lavorando sul miglioramento di quelle esistenti.
  • Vogliamo puntare sulla qualità urbanistica, sul decoro urbano, sulla consapevolezza del valore storico, artistico e naturale del territorio da parte dei cittadini. Il lavoro deve essere 5/7 portato avanti in maniera congiunta sia con le Associazioni del territorio sia con gli operatori del turismo.
  • Con i cittadini vogliamo creare una Mappa di Comunità. Nella Mappa di Comunità la cartina geografica viene arricchita dall’esperienza di chi vive il territorio: vogliamo coinvolgere attivamente ciascuno, in modo che in questa mappa sia rappresentato il patrimonio identitario della nostra comunità, costruita dai nostri ricordi, dalle nostre abitudini, dalle nostre attività, dal nostro singolare legame con i luoghi. La rappresentazione di questo patrimonio è essenziale per promuovere il Comune comunicando l’identità di un territorio, ma anche per creare nei cittadini la consapevolezza del valore del luogo in cui vivono, e rafforzare il loro senso di appartenenza. Vogliamo che sia l’occasione per gettare le basi per un gruppo di studio sulla storia di Vaglia così da far emergere il nostro patrimonio e poterlo diffondere.
  • Vogliamo impegnarci nella formazione continua dei cittadini e degli operatori del settore: con percorsi nelle scuole per conoscere il territorio e la sua storia, con incontri e attività rivolte alla cittadinanza volte a riappropriarsene, in modo che cittadini e operatori consapevoli e competenti siano in grado di trasmettere il sapere identitario.
  • Vogliamo che la comunicazione rifletta l’identità del posto, e proseguire i progetti con l’ambito territoriale fiorentino (promozione del sito seriale “Ville e giardini medicei in Toscana” dell’UNESCO) e con l’Unione dei Comuni del Mugello, per lo sviluppo di un prodotto turistico omogeneo. Per farlo pensiamo a diffondere la Mappa di Comunità, a giornate dedicate, presentazioni di libri ed eventi su temi storico-artistici relativi al territorio, in modo da far percepire anche all’esterno il nostro Comune come un polo importante per la diffusione di temi culturali.

In particolare vogliamo potenziare gli eventi di successo riconosciuto, come la Festa della Mora, della Finocchiona, della Schiacciata, e rafforzare attivamente il rilievo nazionale di manifestazioni ludico-letterarie come Il richiamo di Lovecraft, il cui potenziale può essere sviluppato con maggiori risorse investite dalle istituzioni. Attraverso la promozione di queste attività, di percorsi naturalistici anche da percorrere in bici e a cavallo, il potenziamento delle proposte rivolte al turismo slow, intendiamo aumentare l’offerta esperienziale rivolta ai turisti. Un fronte importante coinvolge l’allargamento dei contatti di rete 6/7 agli altri comuni da cui passa la Via degli Dei, per cui vogliamo anche potenziare la rete di Ospitalità Diffusa. Con la nuova legge sul turismo, le Pro Loco hanno avuto un forte riconoscimento da parte dell’autorità regionale per il loro ruolo svolto nell’informazione, accoglienza e promozione turistica. Forti di una Pro Loco che ha saputo agire per la valorizzazione del territorio, vogliamo potenziarla per farla diventare un’organizzazione ancora più capace di realizzare attività mirate e che diano lustro a tutti noi.

Sport. Lo sviluppo del territorio passa anche per il potenziamento dell’offerta sportiva per i cittadini attraverso la ricerca di soluzioni per migliorare e razionalizzare l’utilizzo e la gestione degli spazi e delle strutture esistenti; vogliamo valorizzare gli eventi sportivi rimasti, con una maggior promozione al di fuori del Comune. Con la collaborazione delle associazioni attive sul territorio vogliamo anche promuovere l’educazione cinofila della cittadinanza, con aree adibite alla formazione e alla socializzazione.

Pianificazione Urbanistica. Il Piano Operativo è lo strumento principale di gestione delle trasformazioni del territorio e definisce gli interventi pubblici e privati previsti per i prossimi cinque anni. Deve avere un progetto d’insieme che rispetto a tutti i settori sia coerente e di supporto. Deve essere condiviso coi cittadini a monte, si devono ascoltare le esigenze e le idee e capire ciò che è fattibile e funzionale per il territorio. Per questo, intendiamo riaprire un processo partecipativo finalizzato rendere le scelte già prese maggiormente vicine alle esigenze dei cittadini e a un utilizzo più razionale degli immobili e delle aree di proprietà pubblica. In particolare:

  • Rischi territoriali: è da definire un programma di interventi finalizzato al contenimento dei rischi di frana e allagamento che interessano diversi centri abitati, attingendo ai finanziamenti che saranno resi disponibili nel breve e medio periodo.
  • Scuole: è necessario superare l’attuale situazione di contrapposizione tra soluzioni (nuova scuola vs Barellai): da una parte è inattuabile la soluzione di trasferire l’intero polo scolastico a Vaglia, ma dall’altro è necessario trovare una soluzione condivisa e libera da pregiudizi. Vanno prese in considerazione alternative per un efficiente utilizzo di tutti gli edifici destinati all’uso scolastico, ferma restando la priorità della sicurezza.
  • Immobili comunali di utilità pubblica: è necessaria la riparazione degli immobili comunali danneggiati e la loro valorizzazione. Sono necessarie scelte di sostenibilità e risparmio come l’installazione di pannelli fotovoltaici e la sostituzione delle lampade con LED.
  • Edifici incompiuti: consideriamo una priorità il completamento di edifici incompiuti e delle opere di pubblica utilità collegate.
  • Cimiteri: richiedono una riqualificazione e una gestione più funzionale. Serve particolare attenzione alla risoluzione del problema di Mulinaccio.