Sono oramai passati quasi 60 giorni dal termine dei lavori per le passerelle pedonali sul ponte di Contea e Termine, previsto per il 27 novembre, e quasi un anno dalla consegna del cantiere, ma ancora della realizzazione di quest’ultime non c’è alcuna traccia.

Il cantiere è stato consegnato l’11 febbraio 2019, con inizio dei lavori il 27 di maggio, ossia il giorno seguente le elezioni amministrative.

“La realizzazione delle passerelle pedonali – commenta Laura Barlotti, capogruppo di DicomanoCheVerrà – era realmente l’intervento atteso da anni per il ponte di Contea. A oggi ci troviamo con delle barriere di sicurezza nuove ma senza che qualcosa sia cambiato da un punto di vista della sicurezza dei pedoni. Non solo, ma dopo che è stata ripristinata la doppia circolazione sul ponte, con il cantiere in parte ancora allestito, permangono una serie di criticità, in una situazione che ci pare di scarso presidio e controllo e quindi con diversi tratti di pericolosità. Capiamo – continua Barlotti – che non si tratti di interventi banali, ma non per questo tutto puo’ essere accettato o giustificato”.

Per questo, visto il tempo trascorso, il gruppo consiliare DicomanoCheVerrà ha deciso di presentare un’ulteriore interpellanza in merito agli effettivi tempi di realizzazione delle passerelle e alla responsabilità nel ritardo dei lavori, anche a fronte del prolungamento dei disagi per gli abitanti e gli esercizi commerciali di Contea.