Lo chiedono all’Anas con una nota congiunta i sindaci di Dicomano e Rufina, Stefano Passiatore e Vito Maida. Si tratta, in particolare, dei lavori di adeguamento del Ponte sul Torrente Moscia.

“Abbiamo chiesto di riprogrammare con celerità la ripresa dei lavori sul ponte di Contea, ora che i cantieri possono ripartire – afferma il sindaco di Dicomano Stefano Passiatore -. Questi sono lavori che servono a mettere in sicurezza i pedoni. C’è un contratto che lega la ditta esecutrice ad ANAS e quel contratto va onorato”.

Nella nota congiunta i sindaci Passiatore e Maida evidenziano che la sospensione dei lavori “comporta sempre maggiori criticità che interessano sia la viabilità veicolare che il trasporto pubblico locale.” Per questo i due sindaci sollecitano Anas a ripartire al più presto: “Per garantire un rapido ripristino delle ordinarie condizioni, si sollecita una celere ripresa dei cantieri ed il completamento in tempi rapidi di tutte le lavorazioni necessarie, secondo specifico cronoprogramma – scrivono – che vorrete partecipare a queste Amministrazioni”.

“I lavori devono essere conclusi, a partire dalla pavimentazione del tratto che è diventata indecente”, sbotta il sindaco Passiatore.