L’operazione ha coinvolto 9 mezzi con relativi equipaggi, 20 volontari e 3 medici, delle Misericordie della Toscana. Fra questi la Misericordia di Vaglia.

Anche la Misericordia di Vaglia, presente con due equipaggi, è stata impegnata in questa settimana per trasferire pazienti non contagiati ma affetti da altre patologie dagli ospedali della Lombardia a quelli delle regioni confinanti, con lo scopo di rendere disponibili per l’emergenza coronavirus quanti più posti possible nelle terapie intensive lombarde.