Stamattina mia madre di 72 anni ha preso la multa perché ha transitato per il parco della Misericordia di Borgo San Lorenzo. Giusto, è vietato passare dal parco.

Dei vigili urbani hanno adempiuto alla legge in modo ligio e pedissequo, ineccepibile.

Solo che mia madre vive da sola e stamattina con il carrello trolley della spesa era andata a fare la spesa (fatta una volta a settimana) per sé e per altri due anziani che vivono nello stesso condominio. Mia madre non guida, quindi fa tutto a piedi. Per accorciare la strada ha transitato per il parco che è chiuso da una transenna, con la mascherina e il trolley pieno. Ha visto altre persone in bicicletta che hanno tagliato per il parco.

Si è sentita chiamare e degli zelanti vigili non l’hanno redarguita dicendole di non accorciare più la strada di casa dal parco, ma le hanno fatto il verbale di 280€ (equivalente a 1/3 della sua pensione).

Possiamo fare tutte le considerazioni del caso, che la fortuna è cieca ma che la sfortuna ci vede bene, che il potere è forte sempre con i più deboli… Cito invece la considerazione di mia figlia “peccato nonna non sai andare in bici, se fossi stata in bici non te l’avrebbero fatta perché gli fa fatica correre”.

Grazie per l’attenzione.

Lettera firmata