“Con la presente interrogazione – scrive Giampaolo Giannelli, Capogruppo di Centrodestra Dicomano – chiediamo chiarimenti in merito alla Determina numero 114 del 19 giugno 2019 Oggetto Gestione Accoglienza SPRAR – (sistema protezione richiedenti asilo e rifugiati) assunzione Sub impegno relativo al 2018. Con una delibera del 2015 la Giunta aveva espresso la volontà di partecipare al bando per l’accoglienza di n. 25 richiedenti e titolari di protezione internazionale e umanitaria, le cui modalità erano state definite con il Decreto Ministero dell’interno, 7 agosto 2015. Con il D.M. 30 maggio 2016 sono state ripartite le risorse del Fondo Nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo-anni 2016/2017 e si approvava la graduatoria degli enti ammessi al finanziamento, tra i quali il Comune di Dicomano. L’amministrazione comunale ha, non solo manifestato la volontà di proseguire anche per il triennio 2018/2020 con il progetto SPRAR, ma addirittura ritenuto di ampliare il numero di richiedenti da 25 a 35. Il Consorzio Co &So. Capofila dell’A.T.I. risulta aggiudicatario dell’appalto. In campagna elettorale, in risposta a una mia precisa domanda inerente i costi a carico dell’Amministrazione Comunale sullo SPRAR di Dicomano, il Sindaco mi aveva letteralmente risposto che non vi era alcun onere a carico del Comune. Con la determina sopra richiamata vediamo invece che si stabilisce ‘di procedere ad assumere il seguente sub impegno euro 14.277,22 all’impegno n. 618/2018 a favore del Consorzio Co &So’. Con la presente quindi si interroga il Sindaco o l’Assessore competente per avere un chiarimento su quelli che sono i reali aggravi a carico dell’Amministrazione di Dicomano, al netto ovviamente di quelle che sono le risorse stanziate dal fondo Nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo. Considerato altresì che molti cittadini ci chiedono anche se l’amministrazione provveda annualmente a fare un report delle attività svolte all’interno della struttura dai soggetti ospitati, gradiremmo altresì – conclude Giannelli – una risposta su questo tema, visto che per molti dicomanesi lo SPRAR risulta essere una sorta di oggetto misterioso”.