Dopo il lockdown torna la rassegna all’area archeologica “Estate

Frascolana”. Dopo il lockdown, riprendono progressivamente attività e

iniziative e, nel rispetto delle misure anti-Covid, Dicomano propone la

sesta edizione della rassegna estiva che si svolge nell’area archeologica di

Frascole, con appuntamenti al calar del sole (inizio ore 18,30). Ad

organizzarla anche quest’anno il Comune con il Museo Archeologico

Comprensoriale, in collaborazione con il Gad (Gruppo archeologico

dicomanese) e col contributo di ToscanaEnergia.

Sono 5 gli appuntamenti in programma: 4 luglio, 12 luglio, 19 e 25 luglio

(questi nell’ambito della rassegna “Le notti dell’archeologia” promossa

dalla Regione Toscana), ed infine, 8 agosto. L’edizione numero 6 della

“Estate Frascolana” si apre con la conferenza “Noi e gli Etruschi”, a cura

del Gruppo archeologico dicomanese, con relatore Luca Cappuccini

dell’Università degli Studi di Firenze. L’appuntamento successivo, il 12

luglio, è col teatro: sul palco Carlina Torta e Riccardo Tesi in “A cercare

insieme i fiori”, dall’opera di Clara Serena. “In viaggio tra confini” è il

titolo dei due spettacoli sul tema dei percorsi, dei conflitti, degli scambi

tra cultura di ieri e di oggi che vengono proposti nell’ambito della

rassegna regionale “Le notti dell’archeologia”: il 19 luglio lettura scenica

di Archeologia Narrante “Dai Velasna a Marte-Martino” e il 25 luglio

concerto per tre voci, chitarra e fisarmonica, “Me voglio fa’ na casa a

mmiezz’o mare…” a cura di Vincanto.

Sottolinea l’assessore alla Cultura del Comune di Dicomano, Giulia Fossi:

“L”Estate Frascolana’ nasce nel 2014 come un tentativo di ridare vitalità

agli scavi archeoligici di Frascole. In questi anni la rassegna non si è mai

fermata ed è riuscita nell’intento di avvicinare molte persone all’area

archeologica. Quest’anno, dopo i mesi duri di lockdown, abbiamo deciso che

fosse importante mantenere una continuità, oltre che dare un segnale di

ripartenza anche per la cultura, troppo spesso tenuta ai margini”.

L’ingresso è gratuito ma con prenotazione obbligatoria, per rispettare le

norme di sicurezza: tel. 055 8385408, cultura@comune.dicomano.fi.it.

In caso di maltempo saranno comunicate eventuali altre date.

Info: www.comune.dicomano.fi.it