Il Comune di Dicomano aderisce all’appello per il flashmob “Bella ciao” dai balconi.

Una manifestazione ‘diversa’ da quelle precedenti ma dallo stesso significato e con i valori di sempre. Dicomano si appresta a celebrare il 25 aprile, Festa della Liberazione dal nazifascismo, ma quest’anno a causa dell’emergenza Covid-19 la cerimonia cambia volto: non ci sarà corteo ma una celebrazione istituzionale silenziosa in cui, alle ore 11, il sindaco Stefano Passiatore e un rappresentante dell’Anpi deporranno una corona d’alloro in piazza della Repubblica. Contemporaneamente altri rappresentanti dell’Amministrazione comunale deporranno, in solitudine, corone sui cippi presenti nel territorio comunale.

“Sarà comunque un momento importante per celebrare la lotta partigiana e per ricordare il grande bisogno di unità e di speranza di cui abbiamo bisogno per superare l’emergenza”, sottolinea l’Amministrazione comunale. Che ha aderito all’appello lanciato dall’Associazione nazionale partigiani per organizzare in tutta Italia il flashmob “Il 25 aprile #bellaciaoinognicasa alle 15″, quando da ogni balcone e finestra s’intonerà il canto della Resistenza famoso in tutto il mondo”.