“Sul Progetto di Impianto Eolico il Pd e la coalizione di maggioranza tacciono – scrive Barlotti della Lista civica – e nessuna posizione ufficiale da parte dell’amministrazione. Occorre maggior chiarezza”.

E prosegue: “Sono oramai mesi che il progetto di impianto eolico Monte Giogo di Villore è al centro del dibattito politico non solo dicomanese ma anche mugellano. – Quasi tutte le forze politiche si sono espresse in merito –  riporta in una nota il gruppo consiliare Dicomanocheverrà contrario all’impianto  – risulta pertanto strano che il Pd oltre a tutto il gruppo di maggioranza di cui l’attuale amministrazione è espressione non abbiano ufficialmente ancora preso una posizione. Eppure occasioni di incontro e approfondimento ce ne sono state, una fatta a Febbraio anche dalla stessa lista Dicomanocheverrà, oltre alle gite organizzate da Agsm (società proponente) in collaborazione con i comuni di Dicomano e Vicchio, alle quali hanno preso parte anche diversi rappresentanti della maggioranza. La cosa risulta ancora più curiosa – continua il comunicato – se si considera che l’amministrazione di Dicomano pur non esprimendosi ancora ufficialmente,  fin dall’inizio si sia fatta con il Sindaco in testa promotrice di questo progetto, sponsorizzando l’iniziativa dell’impianto eolico assieme alla ditta proponente AGSM. Ditta recentemente al centro anche di indagini relative all’NDRANGHETA a Verona. Quindi perchè ancora nessuna posizione ufficiale? –

Forse – continua Laura Barlottiperchè il progetto è molto calato dall’alto e non risponde ad effettive logiche di utilità per il paese, per i cittadini, impattando soltanto fortemente e irrimediabilmente su tutto l’ambiente e su tutto il territorio, senza apportare alcun beneficio. Non solo ma anche in pieno conflitto con le strategie e le politiche sviluppate e promosse fino a oggi, sia a livello di zona sia a livello regionale, in materia di politiche turistiche, agricole e di valorizzazione del territorio  Non solo, ma a fronte dell’improvviso concretizzarsi di questo progetto, di cui niente era stato detto in campagna elettorale, risalta anche come in questi anni l’attuale amministrazione, né tantomeno il partito di maggioranza che la sostiene abbiano mai sviluppato un confronto e un dibattito sia interno al consiglio sia con la cittadinanza relativo al tema dell’energie rinnovali. Al contempo, il gruppo consiliare Dicomanocheverrà fa notare come nemmeno a livello di Unione dei Comuni sia fino a oggi maturata una strategia in merito alle energie rinnovabili, argomento importante invece e sul quale occorrerebbe riflettere prima di promuovere interventi che se non adeguatamente concepiti rischiano di essere un danno per tutto il territorio. Ci aspettiamo quindi maggior chiarezza in merito – conclude  il comunicato –  fondamentale anche per i cittadini. Il tempo delle riflessioni è finito!

Ricordiamo come il gruppo consiliare Dicomanocheverrà fin dall’inizio abbia espresso una posizione contraria in merito all’impianto eolico Monte Giogo di Villore, proprio a fronte delle criticità del sito, (il che non significa contrarietà alle energie rinnovabili!) organizzando un’iniziativa pubblica a Febbraio 2020 e richiedendo alla Regione Toscana l’attivazione di un’inchiesta pubblica sul progetto, attualmente in corso. Tale inchiesta, occasione per informarsi e per esprimersi sull’impianto, è aperta alla partecipazione di tutti i cittadini (ci si può iscrivere con una e-mail inviata al Comune di Dicomano o di Vicchio), anche se purtroppo, da parte dell’amministrazione non è stata minimamente pubblicizzata.”