Ieri il Sindaco di Borgo in un suo post ha scritto che non è vero quanto scritto dal Galletto circa gli assembramenti in piazza senza regole e senza controlli, anzi con la benedizione dell’amministrazione comunale e di come tali comportamenti siano così apparsi ai ragazzi leciti e normali tanto da seguirli in tutte le loro occasioni d’incontro. E il contagio è tornato, è tornata la paura e son tornate e difficoltà per le attività economiche.

In un altro post un altro sindaco del Mugello ha scritto “E’ sempre colpa del Sindaco”; una frase scherzosa, ma che significa anche che un primo cittadino deve essere pronto ad assumersi la responsabilità di ciò che accade nel suo comune, sotto i suoi occhi e ha il dovere d’intervenire. C’è chi invece, da sindaco, questo dovere non lo sente e sente di dover dire “E’ sempre colpa della stampa”.