(di Massimo Rossi)

I lettori ricorderanno l’appello rivolto dal Gruppo Mille Rivoli alle formazioni politiche che si presentano alle prossime elezioni comunali affinchè queste dichiarassero le loro posizioni in materia  ambientale e di salute. In un lungo documento Liberamente a Sinistra, che candida Tatiana Bertini a sindaco di Scarperia e San Piero, prova a rispondere, esprimendo in primis “Apprezzamento della volontà del gruppo Mille rivoli di essere parte attiva nei confronti della propria Amministrazione: una democrazia funzionante, una comunità coesa, ha bisogno di cittadini informati, impegnati e messi in condizione di controllare ed esercitare influenze di interesse collettivo sulle decisioni pubbliche. I movimenti emersi nel territorio comunale in questi anni, a partire dal comitato No tav  Mugello degli anni ‘90 ai comitati Carza Viva, difesa paesaggio S. Agata, comitato rifiuti zero, no eolico selvaggio, coordinamento difesa 194,  no a centrale a biomasse PIP di Petrona, abitanti Via Massorondinaio,  Non Una di Meno (NUDM), comitato “ il suono del Mugello” e il vostro gruppo Mille Rivoli, hanno dimostrato la volontà da parte dei cittadini di reimpossessarsi del diritto a decidere, in particolare in tema ambientale e del diritto alla salute. Questa volontà nasce da una critica di fondo dei metodi delle democrazie rappresentative moderne, considerate sempre più distanti dalla vita delle persone, incapaci di stabilire legami continui e reali con una cittadinanza di fatto allontanata dall’interesse verso la gestione e l’amministrazione della cosa pubblica”. Liberamente a Sinistra ritiene dunque che “il sistema vada totalmente ribaltato” per “ripartire da un investimento nella partecipazione dei cittadini”. Per questo propone “la sperimentazione di processi partecipativi connessi alla gestione della cosa pubblica come affermazione di un nuovo sistema democratico incentrato su una evoluzione dei diritti politici dei cittadini: dalla determinazione, tramite il voto, di un indirizzo politico alla vera e propria determinazione delle politiche pubbliche, attraverso la partecipazione alle decisioni, mediante procedure di consultazione e concertazione”. Liberamente a Sinistra ricorda poi […].

Il seguito dell’articolo puoi leggerlo su “Il Galletto”, in edicola da sabato 18 maggio.