L’amico Aldo Giovannini ci invia questo articolo già apparso sul portale online OK!Mugello. Volentieri lo pubblichiamo anche sul nostro sito. 

Veniamo gentilmente portati a conoscenza che dal prossimo giovedì 10 ottobre fino a domenica 3 novembre 2019, sarà allestita a Firenze in Piazzale Vittorio Veneto la mostra itinerante “TERREMOTI d’ITALIA”, promossa dal Servizio Protezione Civile della Città Metropolitana di Firenze, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Nazionale della Protezione Civile e la partecipazione di Comune di Firenze e Regione Toscana.

Una tragica immagine del terremoto del Mugello del 29 giugno 1919

La mostra si colloca tra le attività svolte nell’anno in cui ricorrono i cento anni del terremoto del Mugello del 29 Giugno 1919, ed ha lo scopo di far conoscere ai cittadini il rischio naturale che più interessa il territorio italiano, ovvero il rischio sismico. All’interno della mostra i vari temi sono affrontati in maniera semplice, col supporto di contenuti espositivi di vario tipo come documenti, fotografie, video e strumenti di misura di varie epoche. Il “pezzo forte” sarà rappresentato dalla presenza di due tavole vibranti progettate per simulare il movimento sismico e che permetteranno ai visitatori, in totale sicurezza, di vivere l’esperienza del terremoto e osservarne da vicino gli effetti.

Il libro di Adriano Gasparrini

Congiuntamente alla mostra Terremoti d’Italia sarà possibile visitare anche la mostra associata “Terremoti e Prevenzione” curata dal Dipartimento di Ingegneria Civile dell’Università di Firenze nella quale è presente un laboratorio didattico, a cui ha collaborato anche Aldo Giovannini.

La mostra, ad ingresso gratuito, sarà aperta tutti i giorni con orario 9:00-13:00 e 14:00 -18:00, e il percorso visite comporta un impegno in termini di tempo di 1 h e 30. I visitatori troveranno tutte le informazioni nei volantini allegati.