“Non si può lasciare sguarnita di un servizio essenziale un’intera comunità. Disattenzione intollerabile”

E’ stata protocollata ieri mattina dal consigliere metropolitano Claudio Gemelli (Fratelli d’Italia) un’interrogazione sul problema della soppressione delle corse del trasporto pubblico locale nel comune di Firenzuola.

Sospeso durante il lockdown, il servizio di trasporto non è più stato ripristinato “con gravi disagi per i cittadini che vivono in quelle zone, soprattutto per i lavoratori che si devono recare a Firenze”. Sono rimasti “inascoltati anche gli appelli del Sindaco” che ha chiesto il ripristino delle 17 corse soppresse senza che venisse comunicato alcunché all’amministrazione comunale.

Firenzuola – continua Gemelli – è un Comune dell’appennino con un’estensione molto grande ma una popolazione bassa ed è inserito nel cosiddetto lotto a domanda debole dell’Alto Mugello per quanto riguarda il servizio di trasporto pubblico locale su gomma. “Tuttavia – osserva Gemelli – deve essere garantito un servizio di trasporto. E’ assurdo lasciare sguarnito di un servizio essenziale, come quello del trasporto, un’intera area della Città Mmetropolitana per di più senza alcuna concertazione con l’amministrazione locale. E’ sintomo di una disattenzione non tollerabile. Ci chiediamo allora quale sia ad oggi lo stato del servizio a domanda debole dell’Alto Mugello e quali siano i livelli minimi garantiti”.

Conclude Gemelli: “Ho interrogato la Città metropolitana per conoscere le motivazioni delle soppressioni delle corse sul comune di Firenzuola e se esiste la volontà di ripristinarle al più preso, sollecitando anche un tavolo di confronto sul servizio pubblico di trasporto tra tutti gli enti interessati al fine di risolvere i problemi del Tpl nel comune di Firenzuola e dell’alto Mugello”.