Nel Comune di Firenzuola, nonostante sia terminato ormai da settimane il periodo di lockdown, i cittadini e il sindaco attendono ancora il ripristino dei servizi minimi di trasporto e collegamento sul territorio, per questo ci sono state proteste in più occasioni e pubblicamente per la soppressione da parte dell’azienda Autolinee Mugello Valdisieve di buona parte dei collegamenti su gomma sul territorio. Per questo motivo tutta l’aula di Palazzo del Pegaso ha chiesto all’unanimità alla Regione di attivarsi tempestivamente, presso il gruppo tecnico territoriale per garantire il ripristino del regolare esercizio dei servizi di Tpl nel Comune di Firenzuola con l’approvazione di una mozione emendata e firmata dalla consigliera regionale mugellana Fiammetta Capirossi.

“Il trasporto pubblico locale ha sicuramente subito una grande trasformazione in questa terza fase della crisi dovuta al coronavirus – spiega Capirossi – ma è davvero necessario intervenire tempestivamente sulla vicenda e valutare, anche in merito alle 17 corse soppresse in fase di lockdown, all’apposito tavolo territoriale presso la Città Metropolitana di Firenze, quali servizi riattivare in merito all’effettiva necessità dei cittadini per il ripristino dei collegamenti sul territorio. Ad oggi sia ai lavoratori che i cittadini della zona, senza mezzi propri, sono rimasti isolati senza alternative di mobilità; Nonostante la lettera di sollecito inviata dal Sindaco nei giorni scorsi all’azienda, agli uffici regionali e alla Città Metropolitana, non si hanno notizie sul ripristino delle corse. Abbiamo presentato questa mozione – prosegue Capirossi – per tutelare un diritto fondamentale dei cittadini e sono contenta abbia visto il consiglio regionale unanime nel chiedere che venga salvaguardato un servizio essenziale per il territorio”.